Sondalo

L’Avis Sondalo vuole giovani nel direttivo

Appello dell'associazione.

L’Avis Sondalo vuole giovani nel direttivo
Cronaca Alta Valle, 02 Marzo 2021 ore 06:00

L’Associazione donatori di sangue Avis, sezione di Sondalo, forte di ben 594 donatori, è in fase di rinnovo del Consiglio direttivo, scaduto il 31 dicembre del 2020. Il precedente mandato quadriennale è stato guidato dal presidente Ezio Simonelli, tutt’ora al comando; figura storica di riferimento del sodalizio, consigliere dal 1986 e presidente dal 2004 al posto del donatore benemerito Franco Cenini, scomparso in questi giorni. Simonelli è un tutto fare, difficile da sostituire. L’appello dei soci Avis sondalini è chiaro e forte. "Chiediamo a tutti i cittadini di unirsi a noi per rinnovare i vertici della sezione; abbiamo bisogno del contributo di tutti per poter far crescere l’Avis; segnalateci la vostra disponibilità per sostenere una buona causa".

Simonelli

Simonelli ha tanto amor proprio ma intende trovare qualcuno che gli dia una mano, dopo 16 di lavoro volontario a tempo pieno, da presidente e contemporaneamente segretario. Aggiunge: "La mia idea sarebbe di cedere la presidenza e continuare come segretario, un impegno peraltro quotidiano, tenere le fila dei contatti coi donatori, gestire le liste, gli appuntamenti; è importante che la sezione continui a crescere ma si rinnovi; speriamo si facciano avanti i giovani". Il consiglio attuale conta di quattro settantenni e due quarantenni: "dovremmo abbassare la media" dice Simonelli rispondendo al telefono della sede, situata al quinto piano del secondo padiglione dell’ospedale Morelli (la sede trasfusionale è al terzo). Al suo fianco ci sono: la vice Viviana Besseghini, Sara Pozzi, Giovanni Biosa, Sauro Caranzi, Mirco Bonaso, tesoriere, Paolo Menini, assessore comunale. L’ultima chiamata sarà il 18 di aprile.

Necrologie