Le dighe sulle nostre teste sono sicure

E in caso di emergenza Valtellina e Valchiavenna sono pronte.

Le dighe sulle nostre teste sono sicure
16 Ottobre 2019 ore 17:48

Le dighe che sono sopra alle nostre teste sono sicure. E in caso si dovesse verificare un’emergenza è già operativa una struttura in grado di affrontarla.

Dighe e sicurezza in un convegno

E’ questo il messaggio uscito dal convegno di oggi, mercoledì 16 ottobre, svoltosi negli uffici territoriali di Regione Lombardia. A organizzare l'incontro la Prefettura, nell'ambito della settimana nazionale dedicata alla Protezione civile. Ad aprire i lavori il prefetto Paola Spena che ha ricordato quanto emerso in mattinata al summit nazionale. In particolare per quel che riguarda il coinvolgimento della popolazione nelle fasi di emergenza. Oltreché l'importanza di organizzare gli strumenti di prevenzione. Numerosi e qualificati i relatori, i cui interventi sono stati anticipati e coordinati dal Dirigente dell’Ufficio Territoriale Regionale Montagna, Adriana May. Hanno preso la parola il vice prefetto Rosa Massa viceprefetto; Vittorio Maugliani, dirigente Ufficio Dighe di Milano del ministero di Infrastrutture e trasporti; Amedeo Pappalardo, comandante provinciale dei Vigili del fuoco di Sondrio. E ancora altri addetti ai lavori oltre ai referenti dei principali gestori degli invasi di Valtellina e Valchiavenna.

I controlli e gli interventi

Particolarmente significativo è stato l'intervento di Maugliani che ha illustrato l'attività di vigilanza che viene svolta sulle dighe e gli invasi, anche alla luce delle nuove norme che prevedono la valutazione del rischio anche a Valle degli invasi. Ha spiegato che in provincia il 30% delle grandi dighe ha avuto nel corso degli anni interventi importanti di manutenzione. E ha aggiunto che, solo per quel che riguarda i territori che dipendono dall'ufficio di Milano, dal 1996 a oggi si contano 408 interventi, di cui 18 particolarmente rilevanti. E un'altra trentina in fase di esecuzione o progettazione. Dal canto suo, il comandante dei Vigili del fuoco, ha puntato l'attenzione su alcune dotazioni tecnologiche del corpo, che ha a disposizione a livello nazionale anche pompe particolari che consentono di aspirare acqua - ma anche fango - dagli invasi in caso di necessità. Con personale specializzato sempre pronto a entrare in azione in ogni caso di criticità.

SU CENTRO VALLE IN EDICOLA SABATO 19 OTTOBRE IL SERVIZIO COMPLETO

Necrologie