Lite al bar: ventenne ucciso e gettato in un canale

La vittima, Erion Morina, kosovaro, residente a Calcio in Provincia di Bergamo. E' stato aggredito a bottigliate e poi gettato nel corso d'acqua.

Lite al bar: ventenne ucciso e gettato in un canale
17 Gennaio 2020 ore 12:41

Lite al bar: ventenne ucciso e gettato in un canale. Un uomo è stato trovato morto questa mattina in centro a Calcio, in provincia di Bergamo, nei pressi della strettoia di viale Papa Giovanni XXIII.  Il cadavere, che era incastrato sotto il ponte sul naviglio, è di un ventenne originario del Kosovo.

LEGGI ANCHE Operaio colpito da infarto mentre lavora sulla ferrovia: è gravissimo

Lite al bar: ventenne ucciso e gettato in un canale

Come riportano i colleghi del giornaleditreviglio.it l’allarme è scattato pochi minuti prima delle 7, nei pressi del corso d’acqua che attraversa il paese da nord a sud e che in quel punto, sul viale principale del paese, è scavalcato da un ponte. Sul posto, allertati da passanti, sono subito arrivati i soccorsi: un’autoambulanza e un’automedica, ma per l’uomo non c’era già più nulla da fare. Con loro i carabinieri, per i rilievi di rito. Sul posto anche i Vigili del fuoco per assistere alle operazioni di recupero della salma.

La vittima

Il cadavere è stato poi identificato. Si tratta di Erion Morina, ventenne originario del Kosovo, da pochi mesi in Italia. Viveva in via Papa Giovanni XXIII a Calcio, proprio a pochi metri dal luogo del ritrovamento della salma, e aveva precedenti per droga e furti. Da subito c’è stato il sospetto che si trattasse di un omicidio, vista la presenza di numerosi cocci di vetri e di sangue sull’asfalto.

LEGGI ANCHE: Grave ustione per 23enne a Campodolcino

Ucciso dopo una lite

Secondo la ricostruzione dei carabinieri della Compagnia di Treviglio, il giovane avrebbe litigato con alcune persone all’interno di un bar che si trova nei pressi, il “Peter Pan”. Il diverbio sarebbe poi proseguito all’esterno e qualcuno avrebbe colpito il giovane a colpi di bottiglia fino a tramortirlo. Dopodiché il corpo è stato trascinato e gettato nel Naviglio. L’autopsia dovrà ora stabilire se il 20enne era già morto o è successivamente annegato.  I carabinieri hanno una rosa di sospettati e sarebbero sulle tracce del probabile assassino.

CLICCA QUI PER RESTARE AGGIORNATO SULLA VICENDA