Livigno educa i giovani in pista e sulle strade nei panni di soccorritori e forze dell’ordine

15 i ragazzi che si metteranno in gioco.

Livigno educa i giovani in pista e sulle strade nei panni di soccorritori e forze dell’ordine
Alta Valle, 28 Dicembre 2019 ore 14:12

Mettersi nei panni della Polizia Locale, delle Forze dell’Ordine e dei Soccorritori per acquisire direttamente in pista e sulle strade, consapevolezza. #Ragazziontheroad – format educativo unico nel suo genere in Italia – sbarca sulla neve, a Livigno, per vivere e sperimentare in prima persona la preziosa attività e i servizi svolti sul campo riguardanti gli scenari “tipici” della stagione invernale. Un’esperienza concreta per prevenire ed educare ed evitare comportamenti “sopra le righe”.

“Winter On The Road”

Ha preso il via il 27 dicembre 2019 e si concluderà il 2 gennaio 2020 l’edizione zero del progetto “Winter On The Road”. Iniziativa promossa dall’Associazione socio-educativa Ragazzi On The Road, presieduta da Giancarlo Bassi, sostenuta e fortemente voluta dal Comune e dal Comando di Polizia Locale di Livigno. Collaborazione che consente ai giovani livignaschi partecipanti al progetto – una ventina di studenti volontari a cavallo della maggiore età – di abbattere il muro dell’inconsapevolezza comprendendo l’importanza del servizio svolto dalle istituzioni preposte alla prevenzione, sicurezza e controllo del territorio.

A Livigno

Livigno – località tra le più affascinanti e famose al mondo nel cuore delle Alpi – fa da sfondo per la prima volta, nel periodo di maggior affluenza turistica in un contesto internazionale, all’edizione zero di “Winter On The Road”. Un’evoluzione del progetto educativo “On The Road” – unico in Italia – promosso dall’Associazione Ragazzi On The Road di Bergamo che nel corso degli ultimi 12 anni ha coinvolto oltre 500 studenti in quaranta Comuni della Lombardia nelle province di Bergamo, Brescia e Milano educandoli ai pericoli della strada (e non solo).

LEGGI ANCHE: Capodanno a Livigno

I giovani coinvolti rendendoli più coscienti e responsabili

L’iniziativa – in espansione e che sta riscuotendo forte interesse tra amministrazioni, scuole e università – è scaturita nel 2007 sull’ennesimo incidente stradale da un incontro tra un agente di Polizia Locale della Bergamasca, Giuseppe Fuschino, e un giornalista, Alessandro Invernici, creatore del format che spiega: “Siamo grati al Comune di Livigno, alle istituzioni e agli enti che, in grande sinergia, hanno accolto con entusiasmo la proposta e collaboreranno alle finalità del progetto invernale. Crediamo che lo schianto con la realtà e l’esperienza senza filtri, come ripeto da anni, possano far crescere e segnare per sempre i giovani coinvolti rendendoli più coscienti e responsabili. Quello che stanno vivendo è infatti una specie di Educazione Civica e alla Legalità imparata direttamente on the road” conclude Invernici.

Progetto

Gli studenti volontari, residenti nel comune di Livigno e supportati dallo staff dell’Associazione, stanno vivendo l’esperienza schierati nei panni della Polizia Locale e a stretto contatto con Forze dell’Ordine e di Pronto Intervento del Numero Unico d’Emergenza 112. I #Ragazziontheroad avranno anche modo di promuovere l’app “salvavita” Where ARE U di cui sono i testimonial tra i giovani.
Obiettivo dell’edizione zero di “Winter On The Road” è l’introduzione del progetto sulle arterie di collegamento viario e le piste da sci: anch’esse vere e proprie “strade” ove ogni inverno, purtroppo, si registrano numerosi incidenti, molti di quali gravi o addirittura fatali. Aderiscono al progetto: Comando di Polizia Locale di Livigno, Guardia di Finanza Tenenza Passo Foscagno – Agenzia Dogane Monopoli, Vigili del Fuoco distaccamento Livigno, Soccorso Alpino di Livigno, Sitas S.p.A., Sicurezza piste – Carosello 3000, AREU – Azienda Regionale Emergenza Urgenza della Lombardia – punto di primo intervento con sede presso la Casa della Sanità e Trauma Clinic Livigno – Ambulatorio Specialistico Traumatologico Ortopedico e soccorso piste Mottolino. Gli studenti livignaschi, alcuni di loro impegnati nei giorni della tradizionale “coscrizione”, stanno vivendo una nuova esperienza: sono infatti in questi giorni veri e propri ambasciatori della prevenzione, affiancando per la prima volta coloro che si occupano della sicurezza dei cittadini e dei turisti presenti nella famosa località montana.

Occasione unica

“E’ un’occasione unica per Livigno e i suoi giovani poter prendere parte al progetto “Winter On The Road”. Acquisire consapevolezza riguardo il prezioso lavoro delle Forze dell’Ordine e l’aiuto che i ragazzi possono dare alla comunità, è ciò che permette di crescere come singolo e come paese. Sarà interessante seguire le attività dei 15 ragazzi livignaschi che fino al 2 gennaio 2020 si metteranno in gioco, affiancando il lavoro di queste istituzioni. Vi invito il 2 gennaio in Sala Consiliare del Comune per scoprire insieme i risultati di questo progetto.” dichiara Romina Galli, assessore alle Politiche Sociali dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Damiano Bormolini. Con il Comune di Livigno collabora alla realizzazione dell’edizione zero di “Winter On The Road” anche il CiAGi, Centro di Aggregazione Giovanile “Centroanch’io”, Cooperativa sociale L’impronta, che offre un importante apporto al progetto. Le attività intraprese dai protagonisti di questa edizione di “Winter On The Road”, così come quelle vissute nel corso di questi anni dai #Ragazziontheroad, possono essere seguite sul sito (www.ragazziontheroad.it) e sui profili social ufficiali dell’Associazione: Facebook “Ragazzi On The Road”, Twitter “@OnRagazzi”, Instagram “@ragazziontheroad” e sul canale YouTube “Ragazzi OnTheRoad”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia