Mattia Mingarelli scomparso in Valmalenco, cambia la modalità d’indagine

Ieri, 14 dicembre 2018, in prefettura un tavolo per fare il punto della situazione.

Mattia Mingarelli scomparso in Valmalenco, cambia la modalità d’indagine
Cronaca Sondrio, 15 Dicembre 2018 ore 10:24

La scomparsa di Mattia Mingarelli rimane avvolta nel mistero.  Dopo aver setacciato la zona dei Barchi a 1700 metri di quota dove l’agente di commercio è stato visto per l’ultima volta,di lui nessuna traccia e ora, dopo otto giorni le indagini cambiano modalità.

Stato delle indagini

Ieri, 14 dicembre 2018,presso la Prefettura di Sondrio, alla presenza del signor Prefetto, del Procuratore della Repubblica, si è riunito un tavolo di confronto per dfare il punto della situazione. E’ stato deciso lo stop alle indagini a tappeto per portarle aventi con modalità tecniche più specifiche.

Utilizzati anche droni

Il Prefetto e il Procuratore hanno ringraziato per il notevole impegno profuso da un team, composto da circa 50 persone, per ogni giorno di ricerca. E’ stata controllata un’ampia area, nonostante le avverse condizioni meteo, con l’ausilio di unità cinofile altamente specializzate, di due droni e di un elicottero che ha effettuato diversi sorvoli. Inoltre per ragioni investigative il centro di coordinamento è stato spostato presso il Comando dei Carabinieri di Chiesa in Valmalenco.

Sul caso si è fatto avanti anche un veggente(LEGGI QUI)

SU CENTRO VALLE IN EDICOLA OGGI, 15 DICEMBRE 2018, IL SERVIZIO COMPLETO

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli