Bormio

“Nessun boicottaggio contro le Olimpiadi”

Risposta dei sindaci ai commercianti.

“Nessun boicottaggio contro le Olimpiadi”
Cronaca Alta Valle, 29 Dicembre 2020 ore 07:25

Lettera.

“Nessun boicottaggio contro le Olimpiadi”

I sindaci dell’Alta Valle hanno risposto con una lettera alla presa di posizione dell’Unione commercianti e delle associazioni mandamentali della settimana scorsa. “Con riferimento alla vostra del 10/12/2020, con la presente siamo a chiarire quanto segue: condividiamo che le Olimpiadi siano un’opportunità strategica per il nostro comprensorio, volano per la promozione del territorio e traino fondamentale per lo sviluppo economico e sociale di tutte le categorie del settore coinvolte, che dovranno essere parte integrante della programmazione e delle scelte attuative. Tale convinzione non è mai venuta meno tra i rappresentanti delle istituzioni, che in questi mesi hanno partecipato alle molteplici interlocuzioni sul tema”.

Il dettaglio

“Crediamo che vadano fatte alcune precisazioni relative al contenuto della vostra missiva, a nostro parere fondata su comunicazioni non del tutto complete e veritiere. Dopo diversi incontri con i vertici di Regione, in cui erano stati promessi atti formali, mai pervenuti, inerenti il ripristino delle funzioni strategiche e del dipartimento di emergenza/urgenza dell’ospedale Morelli di Sondalo, i sindaci dell’Alta Valle hanno deciso di interrompere le interlocuzioni con Regione Lombardia, decisione presa con non poca sofferenza, per rivendicare attenzione e risposte ufficiali su una tematica quanto mai fondamentale e strategica per i cittadini e turisti che vivono la nostra realtà e che, come ben comprenderete, si rivela essenziale e funzionale anche a tutto il comparto turistico ed economico”.

Finale

“Precisiamo, dunque, che la nostra mancata partecipazione ad una riunione relativa alle Olimpiadi non era e non doveva essere letta come un’azione di boicottaggio alla realizzazione delle stesse, ma come un monito per addivenire ad una risposta chiara ed inequivocabile da parte della Regione sulle sorti dell’ospedale Morelli, tema molto sentito da tutti i cittadini che ha destato e continua a destare forte preoccupazione, come dichiarato anche dalle associazioni che rappresentate nei mesi scorsi. Da rappresentanti delle istituzioni locali continueremo ad agire per la salvaguardia del nostro ospedale e, al contempo, a dedicarci a tutti gli altri temi di interesse strategico per il nostro territorio e per i nostri cittadini”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità