Simbolo

Nuova vita per la Barca Vichinga di Sondrio

A partire dalla seconda metà di aprile, “Tuttosport Mazzucchi” con la collaborazione dell’“Associazione Valtellina Intagliatori e Intarsiatori” ha istituito un concorso artistico al quale parteciperanno esperti scultori della nostra Valle. L’obiettivo è quello di ricreare la “testa” della barca vichinga intagliando dei blocchi di legno provenienti dall’antico cedro, in modo tale da conferirgli nuova vita in una forma artistica.

Nuova vita per la Barca Vichinga di Sondrio
Cronaca Sondrio, 17 Marzo 2021 ore 12:16

 

Verrà ristrutturata la Barca Vichinga situata davanti al negozio Tuttosport Mazzucchi a Sondrio

Simbolo

La storia della Barca Vichinga presente all’esterno del negozio dal 1983 in realtà ha radici ancora più lontane. Si parte infatti da ben 60 anni fa, quando mio nonno Giuseppe Mazzucchi ricevette in regalo un cedro, pianta antichissima rinomata per il suo legname pregiato e la sua bellezza. Quando i miei genitori Antonio e Lidia fondarono il negozio “Tuttosport Mazzucchi” 47 anni fa, collaborarono con l’arch. Giuseppe Galimberti per creare un simbolo che potesse dare unicità al punto vendita, sostituendo la tradizionale insegna con una maestosa barca vichinga. - Racconta Stefano Mazzucchi - La scelta di questo simbolo è legata al profondo legame con le acque che da sempre si tramanda nella mia famiglia e alle grandi doti da navigatori e commercianti dei vichinghi.

Su un mare di asfalto

Così l’arch. Galimberti spiega il significato della sua opera in un’intervista precedente al primo restauro avvenuto circa 10 anni fa.

“Il dakkar vichingo che si affaccia sul “mare di asfalto”, (targa un negozio in mezzo alle Alpi) l’ho pensato come stimolo ad usare la fantasia per portare oltre lo spazio che sta vicino a chi l’osserva, dietro di lui il negozio di acciaio dipinto di bianco è nave moderna, è continuità della storia fatta da uomini che sognano il mondo dove esiste il piacere d’esistere fatto di lontananza dalla “normalità”. La nave ha navigato sull’asfalto grigio per venticinque anni ed ora, come tutto nel mondo sente il peso del tempo e ha avuto bisogno di essere restaurata per continuare il suo racconto. Qualcuno mi chiederà: quale racconto? Rispondo: il sogno di uscire dalle sbarre della prigione che la non conoscenza ha costruito attorno all’uomo senza curiosità.”

Nuova vita

Da giovedì 18 marzo 2021 il cedro avrà nuova vita, dal prezioso legname di questa pianta leggendaria verrà infatti ricavato l’albero maestro della nuova barca vichinga.

A partire dalla seconda metà di aprile, “Tuttosport Mazzucchi” con la collaborazione dell’“Associazione Valtellina Intagliatori e Intarsiatori” ha istituito un concorso artistico al quale parteciperanno esperti scultori della nostra Valle. L’obiettivo è quello di ricreare la “testa” della barca vichinga intagliando dei blocchi di legno provenienti dall’antico cedro, in modo tale da conferirgli nuova vita in una forma artistica.

L’evento, che verrà organizzato seguendo tutte le normative e le disposizioni anti-Covid, sarà presieduto da una giuria d’eccezione composta da:

Dott. Arch. Barbara Galimberti
Dott. Arch. Leo Guerra
Dott. Arch. Maurizio Selvetti
Guido Bartoli (Giornalista)
Paola Sammartano (Giornalista)
Loredana Pasini (Stilista e scrittrice)
Antonello Cassan (Editore)
Marcella Fratta (Assessore alla Cultura del Comune di Sondrio)
Daniele Pendusci (Fotografo e videomaker)
Dario Battoraro (Alpinista)

Necrologie