Sanità

Oculistica: attività ambulatoriale e chirurgica a pieno ritmo

Presso l'Ospedale di Sondrio sono garantite la diagnosi e la cura di tutte le principali patologie dell'occhio.

Oculistica: attività ambulatoriale e chirurgica a pieno ritmo
Sondrio, 09 Settembre 2020 ore 17:21

Dopo la chiusura imposta dall’emergenza sanitaria, che ha limitato alle urgenze prestazioni e interventi, negli ultimi mesi è ripresa e si è intensificata l’attività dell’Unità operativa di Oculistica, che ha ormai raggiunto i livelli dello scorso anno: nel prossimo mese di ottobre sono già fissati interventi di cataratta, che si effettuano in day hospital, sui numeri dello scorso anno e l’attività chirurgica complessa per curare le principali malattie di retina e cornea e il glaucoma procede a pieno ritmo.

Oculistica, interventi a Sondrio e Chiavenna

Per utenti e pazienti sono garantite la diagnosi e la cura, anche dal punto di vista chirurgico, di tutte le principali patologie dell’occhio. Tra le prestazioni diagnostiche strumentali ad esempio biomiscropia, tonometria, tomografia ottica, ecografia bulbare, topografia corneale, biometria e altre, per quanto riguarda gli interventi chirurgia dello strabismo, corneale, del glaucoma, della cataratta, maculare, del distacco di retina, oltre alle terapie intravitreale, cataratta secondaria e glaucoma. Un’offerta completa ed efficiente che parte dalla visita ambulatoriale per arrivare all’intervento chirurgico: per le prestazioni ci si può rivolgere ai Poliambulatori di Sondrio, Sondalo, Bormio, Tirano, Morbegno e Chiavenna, mentre tutti gli interventi e le terapie vengono effettuati presso l’Ospedale del capoluogo, dotato della strumentazione necessaria. Unica eccezione Chiavenna, dove attualmente si eseguono quattro sedute di cataratte al mese, il doppio rispetto al recente passato. Presso l’Ospedale di Sondrio, l’Unità operativa di Oculistica, composta da medici e ortottiste, può contare su strumentazione all’avanguardia per la diagnosi e il trattamento delle diverse patologie oculari: lo Yag laser per trattare la cataratta secondaria e il glaucoma acuto, il laser di ultima generazione utile per la cura delle malattie vascolari retiniche e il nuovo ecografo.

Il dottor Invernizzi: “Offerta pari a quella di altre realtà”

“L’offerta della nostra Unità operativa è paragonabile a quella degli altri ospedali della Lombardia – spiega il dottor Tommaso Invernizzi, che dirige l’Unità operativa di Oculistica dall’ottobre del 2019 – Dal punto di vista diagnostico siamo in grado di trattare tutte le patologie più comuni e frequenti. Con la completa ripresa dell’attività ambulatoriale e ospedaliera è oggi importante non trascurare sintomi quali gli scotomi improvvisi, cioè la visione di macchie mobili o fisse, i lampi di luce o la visione distorta, che si manifestano soprattutto nelle persone di una certa età. Possono essere il campanello d’allarme di patologie oculari che siamo in grado di curare attraverso interventi risolutivi oppure con terapie di lunga durata”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia