Olimpiadi Invernali 2026: le parole di Rossi e Sertori

I giochi sono un'opportunità anche per la Valtellina.

Olimpiadi Invernali 2026: le parole di Rossi e Sertori
01 Ottobre 2018 ore 14:30

L'ufficializzazione della candidatura lombardo-veneta per le Olimpiadi Invernali 2026 è stata salutata con entusiasmo anche dal sottosegretario ai Grandi Eventi Antonio Rossi e dall'assessore alla Montagna Massimo Sertori.

La soddisfazione di Sertori e Rossi

"L'ufficializzazione della candidatura Milano-Cortina per le Olimpiadi invernali del 2026 offre un'opportunità di valorizzazione di livello mondiale oltre che per la Lombardia e per il Veneto, per l'intero Paese". Così il sottosegretario alla Presidenza della Regione Lombardia con delega ai Grandi eventi sportivi, Antonio Rossi e l'assessore a Enti locali, Montagna e piccoli comuni, Massimo Sertori, hanno
commentato la decisione del Coni di avanzare il nome delle due città per la candidatura italiana ai Giochi, che sarà presentata ufficialmente a Buenos Aires l'8 e il 9 ottobre.

Le parole di Rossi

"Questo e' solo l'inizio della partita - ha chiarito il sottosegretario, ex campione olimpico e iridato di canoa -. Il fischio d'inizio sarà dato in Argentina, quello finale qui a Milano, al termine della sessione 2019 del CIO prevista a settembre. Evento che prevede una scenografica apertura al Teatro Alla Scala. Una sfida che giocheremo per vincere, per il bene dello sport azzurro, di tanti giovani, dei nostri territori e dell'Italia".

E quella di Sertori

"Bisognerà lavorare ancora molto per arrivare al traguardo - ha puntualizzato l'assessore Sertori - ma sicuramente ci sarà il massimo impegno da parte di tutti. Milano-Cortina significa anche Valtellina, un territorio che si mette a disposizione con le proprie piste storiche e con le proprie località che sono apprezzate e conosciute in tutto il mondo, a partire dagli atleti che queste piste hanno avuto modo di provarle, come la collega di Giunta e campionessa Lara Magoni". E, ancora, in merito alle implicazioni di sviluppo che questa candidatura offre, Massimo Sertori ha evidenziato: "Eventi come questi servono a valorizzare la montagna coerentemente con le politiche che sto portando avanti come assessore e rappresentano una straordinaria opportunità che sapremo volgere al meglio. Ora rimbocchiamoci le maniche e lavoriamo tutti nella stessa direzione per far in modo che questo evento possa portare in
alto il nome dell'intera nazione".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie