Omicidio di Sondrio, scarcerata la donna rea confessa

Aveva spiegato ai carabinieri di aver ucciso il fratello per farlo smettere di soffrire.

Omicidio di Sondrio, scarcerata la donna rea confessa
Cronaca Sondrio, 19 Febbraio 2019 ore 09:07

E' stata scarcerata ieri, lunedì, la donna rea confessa dell'omicidio di Sondrio dello scorso 25 gennaio. Anna Forni, 70 anni, ha lasciato il carcere. Potrà vivere in un appartamento in città con l'assistenza di uno psicologo.

Ai domiciliari la donna rea confessa

Il giudice per le indagini preliminari Carlo Camnasio ha accolto la richiesta dei difensori di Anna Forni. La donna si era presentata ai carabinieri di Sondrio confessando di aver ucciso il fratello nella residenza protetta della Fondazione Longoni. Era stata arrestata e fin da subito i suoi avvocati, i fratelli Nicola e Paolo Marchi, avevano chiesto che le venisse applicata una misura cautelare meno afflittiva. Richiesta che ora il gip ha accolto.

Decisivo sarà l'esito dell'autopsia

Per il prosieguo dell'inchiesta giudiziaria sarà di fondamentale importanza l'esito dell'autopsia. Il fratello della donna, Alberto Forni, 80 anni, aveva tentato di togliersi la vita. Lei, vedendolo soffrire durante l'agonia, lo aveva soffocato. Poi si era consegnata ai Carabinieri. L'autopsia dovrà stabilire, in particolare, se quando Anna Forni ha stretto il sacchetto di plastica intorno alla testa del fratello questi fosse già morto.

Necrologie