Madesimo

Ottiene residenza e lavoro con un documento falso, 20enne arrestato

Operazione della Polizia.

Ottiene residenza e lavoro con un documento falso, 20enne arrestato
Valchiavenna, 29 Agosto 2020 ore 16:14

Nel pomeriggio del 27 agosto, la Polizia Stradale di Mese, ha tratto in arresto un cittadino ucraino, P.D. 20 anni, con l’accusa di aver utilizzato un documento d’identità falso.

A Madesimo

In particolare, spiega la Polizia, il soggetto, cittadino di una nazione non facente parte dello spazio Schengen, mediante l’uso di una carta d’identità falsa apparentemente rilasciata in Romania, sulla quale erano riportati i suoi dati anagrafici parzialmente modificati, aveva richiesto ed ottenuto la residenza nel comune di Madesimo e la carta d’identità italiana regolare. Quest’ultimo documento gli ha permesso di poter dimostrare la sua regolarità sul territorio nazionale poiché apparentemente cittadino comunitario, altrimenti non avrebbe potuto soggiornare in Italia senza permesso di soggiorno, utilizzando un documento attestante la sua nazionalità ucraina.

LEGGI ANCHE:Smottamenti e colate di fango, la Statale 340 bloccata nell’Alto Lario FOTO

Arrestato

La carta d’identità romena falsa è stata utilizzata per ottenere un contratto di lavoro dipendente che non avrebbe potuto ottenere presentando le sue reali generalità. Successivamente con la carta d’identità italiana ottenuta in modo fraudolento, il 20enne ha ottenuto un codice fiscale comunitario e ha potuto intestarsi un’autovettura sulla cui carta di circolazione erano però riportati dati falsi. Al termine della redazione degli atti di rito, la il giovane è stato portato nella cella di sicurezza della Questura di Sondrio in attesa di essere accompagnata al locale palazzo di giustizia dove in data odierna si è celebrato il rito della direttissima.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia