Menu
Cerca

Sclerodermia, visite gratuite in Valtellina

Appuntamento il 23 e 24 settembre anche con i volontari del Gils

Sclerodermia, visite gratuite in Valtellina
Cronaca 12 Settembre 2017 ore 14:59

Visite gratuite su prenotazione a Sondrio e Morbegno nell'ambito della Giornata nazionale contro la Sclerodermia. Le promuovono Asst ValtLario e Gils.

Visite gratuite in Valtellina: ecco dove e quando

L'Asst ValtLario partecipa alla Giornata nazionale contro la sclerodermia in stretta collaborazione col Gruppo italiano per la lotta alla sclerodermia di Sondrio. Dalle 8.30 alle 12.30 del 23 e 24 settembre  sarà possibile accedere a consulti gratuiti con medici specialisti. A Morbegno le visite saranno il 23 settembre. Per prenotazioni telefonare al numero 0342.607409. Il 24 settembre  analoga possibilità sarà offerta a Sondrio. In questo caso le visite saranno in Reumatologia. Occorre prenotare rivolgendosi al numero 0342.521121. Per questa iniziativa non è necessaria la prescrizione medica.

Protagonisti anche i volontari del Gils

Nell’occasione, i volontari Gils coordinati dalla referente provinciale, Lina Gandossini, effettueranno anche la consueta campagna di prevenzione, proponendo, sia in piazza Sant’Antonio a Morbegno, sia nella portineria dell’ospedale a Sondrio, materiale informativo e il fiore simbolo della malattia, qual è il ciclamino.

Il commento del direttore sanitario

Spiega il direttore sanitario di Asst ValtLario Giovanni Monza: "La grande professionalità dei nostri medici e l’impegno del Gils hanno permesso all’azienda di esprimere un’attività riconosciuta dal territorio. Lo documentano i dati di attività. Significativo, in particolare, l’apprezzamento testimoniato dai pazienti che si affidano a questa struttura, alla competenza e umanità che esprime, consentendoci di qualificarci come riferimento territoriale per il soddisfacimento del bisogno della popolazione".

I dati i Valtellina e Valchiavenna

Rispetto alla realtà di Sondrio i dati di attività attestano l’effettuazione lo scorso anno, di 2073 visite ambulatoriali. Sono state invece  77 le capillaroscopie. Si tratta di un esame che serve a diagnosticare il “fenomeno di Raynaud”. Ben 160 le infusioni di “Iloprost”, il medicinale utilizzato come terapia della sclerodermia. Oltre 1000  infine le prime visite e i controlli effettuati nel 2016 fra Morbegno e Chiavenna.

Necrologie