Allarme rientrato a Dervio: gli sfollati possono tornare a casa FOTO E VIDEO

La Prefettura ha dato il via libera per revocare l'ordine di evacuazione e la Provincia sta predisponendo la riapertura della Sp 72

12 Giugno 2019 ore 13:35

AGGIORNAMENTO DELLE 19: Allarme fortunatamente rientrato a Dervio. Dopo il via libera concesso dalla Prefettura il sindaco Stefano Cassinelli annuncia che tutti gli 800 sfollati possono rientrare nelle proprie abitazioni. “Abbiamo già avviato i bus per andare a prendere le persone che avevano trovato ospitalità a Bellano e a Colico” spiega il primo cittadino. Tutte le abitazioni sono considerate agibili. ” Senza dubbio ci saranno dei disagi a partire dalla mancanza di corrente elettrica, ma tutti possono tornare a casa”. Questo significa soprattutto che la situazione della diga di Pagnona, che per tutta la giornata ha tenuto i derviesi con il fiato sospeso, è sotto controllo e non desta più preoccupazione. Non solo ma la Provincia di Lecco annuncia anche che è in fase di riapertura anche la Strada provinciale 72 del Lago.

 

 

Ore 12.30 Situazione drammatica a Dervio: scattato l’ordine di evacuazione da parte della Prefettura di Lecco. Il timore principale, dopo l’esondazione del torrente Varrone avvenuta già in mattinata, è la stabilità della diga Enel situata a Pagnona.

LEGGI ANCHE

Emergenza Maltempo nel Lecchese: il Ministro Toninelli vuole chiarimenti sulla diga di Pagnona

Maltempo, ferrovia: ripresa gradualmente la circolazione 

Maltempo nel Lecchese: i politici invocano maggiore prevenzione

Maltempo, il meteo migliora. Fornoni: “Conta dei danni e poi richiesta dello stato di emergenza”

Emergenza maltempo: scene di devastazione da Premana, Primaluna e Dervio LE ULTIME FOTO

Diga di Pagnona, secondo Enel la situazione è sotto controllo

Emergenza maltempo: aggiornamento sulla situazione degli sfollati sul Lago e in Valle e le condizioni delle linee ferroviarie FOTO

Evacuazione a Dervio, Cassinelli: “Non sapevamo che la diga stesse tracimando” VIDEOINTERVISTA e FOTO

Paura in Valle: colate di fango, strade allagate, esondato il Varrone in Alto Lago. Sospesa la circolazione dei treni FOTO E VIDEO IN DIRETTA

Paura e danni per la super grandinata FOTO IMPRESSIONANTI

 La grandine distrugge i lucernari durante l’assemblea pubblica FOTO e VIDEO

Statale 36 interrotta per l’esondazione di due torrenti VIDEO

Frana a San Giacomo Filippo VIDEO

Maltempo, gravi danni alle colture soprattutto in Brianza FOTO

Il Lario esonda a Como: lungolago completamente chiuso alle auto

Maltempo, il Comune di Cisano vuole chiedere lo stato di emergenza FOTO

 

Situazione drammatica: scattato l’ordine di evacuazione a Dervio

Le problematiche sono iniziate in mattinata  quando l’ondata di piena del Varrone ha raggiunto il paese.  Il fiume è straripato e sebbene non sia la prima volta a enfatizzare LO STATO DI CRISI  è stato l’alto livello del Lario che non ha consentito all’onda. Poi intorno a mezzogiorno a Dervio è arrivato l’ordine di evacuazione.

Tantissimi i derviesi che nel giro di poco tempo hanno abbandonato le proprie abitazioni portandosi  appresso pochissimi effetti personali.

Ad illustrare nel dettaglio cosa sta succedendo ora a Dervio è il sindaco Stefano Cassinelli che è da subito sceso in campo con i soccorritori, i Vigili del Fuoco, la Protezione Civile e i volontari.

“La Prefettura ha inizialmente dato ordine di evacuare tutto il paese, poi dopo attente  valutazioni è stata invece circoscritta un’area di evacuazione più ristretta in base al Piano Regionale. Si tratta della zona sotto i fiume” spiega il primo cittadino.

Centinaia fuori di casa

“Stiamo organizzando punti di raccolta  per gente a piedi o priva di mezzi all’Oasi del Viandante” prosegue Cassinelli. “Il Comune di Colico e il Comune di Bellano hanno messo a disposizione degli spazi. A Bellano l’oratorio e  a Colico la palestra auditorium per accogliere gli sfollati. Tutti i mezzi sono in campo”.

Si teme il cedimento della Diga

“La situazione è seria perchè alla diga di Pagnona ci sono stati problemi di tracimazione per cui c’era il timore che possa scendere un’onda anomala.  Stiamo sfollando diverse centinaia di persone e i danni sono assolutamente ingenti”.

Le vie di accesso al paese

Tanto la ferrovia quanto la strada provinciale 72 sono chiuse. “A Dervio è attivo solo il ponte in centri paese che è l’unico ancora utilizzabile – conclude il sindaco –  Tutti i volontari sono al lavoro. Fino a che Enel non darà garanzia alla Prefettura che la diga tiene non non possiamo fermare l’evacuazione”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia