Tirano

Tirano: riaperti tutti e quattro i punti salute

Giovedì 29 luglio è ripresa la prova parametri per gli anziani.

Tirano: riaperti tutti e quattro i punti salute
Cronaca Tiranese, 02 Agosto 2021 ore 06:00

Giovedì 29 luglio è ripresa la prova parametri per gli anziani del territorio di Tirano. Sono 4 i punti salute che a partire dalla prossima settimana riapriranno sul territorio, per offrire a tutte le persone anziane la possibilità di effettuare la prova parametri con le infermiere volontarie della comunità. La prima apertura è stata a Tirano il 29 luglio, poi Baruffini il 30 di luglio alle ore 8.30, Madonna di Tirano il 5 agosto alle ore 14 e Cologna successivamente. Questa esperienza è nata all’interno del Progetto Sbrighes! e negli anni ha sempre riscosso molto successo, infatti è stata molto apprezzata e frequentata dalla popolazione anziana. Da qui l’idea di dare continuità alle sperimentazioni realizzate con la collaborazione di diversi attori territoriali: Cooperativa Sociale Forme, il Comune di Tirano, l’associazione Amici Anziani Tirano e la Farmacia Comunale Basilica, la quale ha permesso l’apertura, a partire dal mese di agosto, di un nuovo punto salute a Madonna di Tirano. Il progetto è reso possibile inoltre dalla collaborazione e dalla messa in rete di cittadini ed infermiere professionali volontari, che si sono attivati per rispondere ad un bisogno della propria comunità.

D'Anza

Elisa D’Anza, direttore di Forme, dichiara: "siamo contenti di riaprire i punti salute in sicurezza alla comunità garantendo un servizio di prossimità, nato con Sbrighes!, progetto sostenuto da Fondazione Cariplo e concluso qualche mese fa, per stare vicino alle persone anziane e che anche oggi con l’emergenza covid 19 conferma la sua importanza. Ringraziamo tutte le persone e gli enti che collaborano per la realizzazione di questo piccolo ma prezioso intervento e che nello spirito di Sbrighes! hanno messo in comune tutte le loro risorse per rispondere ai bisogni della comunità; il progetto aveva proprio questo obiettivo e ora attendiamo di incontrare le persone nei punti salute". I punti salute sono uno spazio dedicato al benessere delle persone, e sono presenti sul territorio di Tirano presso la sede dell’associazione Anziani, a Baruffini presso l’ex edificio scolastico, a Cologna all’ex asilo in via Ninguarda e a Madonna di Tirano presso la farmacia Comunale Basilica. La prova parametri rappresenta un utile dispositivo di contrasto all’isolamento sociale degli anziani che attraverso questo momento di incontro socializzano e condividono la loro esperienza di vita con altri, un metodo di ingaggio della comunità attraverso le infermiere volontarie e un aiuto al sistema dei medici di base in termini di prevenzione.

Occhi

Deborah Occhi, local coach, aggiunge: "credo molto nella finalità di questo progetto, contrastare l’isolamento degli anziani e giovani anziani, offrendo anche un sostegno attivo alla prevenzione e all’informazione dei servizi. Come local coach nell’incontro con la comunità individuo i bisogni ma soprattutto le risorse presenti sul territorio, costruendo con la stessa delle risposte personalizzate. Facilitando e promuovendo l’attivazione dei cittadini e la loro collaborazione. Questo è un modo innovativo di lavorare nel sociale, segue una metodologia relazionale, nell’ottica di una co-progettazione si attivano servizi e attività con la comunità stessa. La forza di questo lavoro sta nel fatto che i cittadini partecipano attivamente in prima persona, e lo fanno perché si è stati in grado di dare voce alle loro necessità". Le attività proposte dalle infermiere sono: il controllo glicemia/pressione, controllo saturazione, supporto nella compliance dei farmaci (supporto nella corretta gestione della terapia farmacologica) e organizzazione di conferenze con esperti per promuovere la salute e il benessere delle persone.

Natta

"L’emergenza pandemica - dichiara Doriana Natta, assessore alle Politiche sociali e alla partecipazione dei cittadini del Comune di Tirano - non ha prodotto solo lutti e sofferenze, ma ha generato anche spinte positive: ad esempio ha rafforzato in tutti noi la consapevolezza di dover porre sempre più al centro dei bisogni primari della nostra società la tutela della salute, la prevenzione delle malattie, la promozione degli stili di vita sani, l’adozione di metodi elementari di igiene e profilassi per proteggerci meglio. Valori, che già facevano parte di una cultura sanitaria diffusa, e che ora più che mai sono sempre più patrimonio di tutti".

Necrologie