Stimolazione magnetica transcranica, 10 buone ragioni per preferirla

E' possibile «uscire dal tunnel» della dipendenza da sostanze grazie all'innovativo trattamento di stimolazione cerebrale profonda

Stimolazione magnetica transcranica, 10 buone ragioni per preferirla
Sondrio, 16 Marzo 2019 ore 07:00

Stimolazione magnetica transcranica e dipendenza da sostanze. In questo articolo esaminiamo dieci buone ragioni per preferire l'innovativo metodo che permette di evitare il ricorso ai farmaci per curare la dipendenza da sostanze.
Stimolazione magnetica transcranica, ecco cos'è
La Stimolazione magnetica transcranica (Deep-rTMS) si effettua sul paziente stimolando le aree del cervello che influiscono sulle dipendenze attraverso un campo magnetico. Per portare a termine i trattamenti si utilizza un dispositivo medicale messo a punto in Israele che riesce a raggiungere aree profonde del cervello, il Nucleo Subtalamico, la Substantia Nigra, il Globo Pallido, l’Area Tegmentale Ventrale, il Nucleo Accumbens, tutte aree legate alla dipendenza da cocaina. A differenza del vecchio “elettroshock”, la deep –rTMS non è una metodica invasiva e non crea problemi di memoria dei fatti recenti. Inoltre è estremamente selettiva e sappiamo dove, come e quanto stimolare ed inibire.

Come funziona il trattamento

A parlarci del Deep-rTMS è il dottor Giuseppe Fazzari del Mood Center di Brescia, in via Ugoni 4, centro specializzato nel trattamento di patologie psichiatriche dove il dispositivo è operativo dalla scorsa estate. «In primo luogo bisogna individuare l’area del cervello da trattare, che è diversa a seconda della malattia - spiega lo specialista, psichiatra, per 25 anni direttore dell’Unità Operativa 23 di Psichiatria degli Spedali Civili di Brescia– Viene attentamente misurata la soglia motoria e, fatto questo, si predispone un casco personalizzato in tessuto per ogni paziente che dovrà essere indossato ogni volta che ci si sottoporrà al trattamento. La durata di quest’ultimo prevista dai protocolli è di almeno venti sedute, della durata di venti minuti ciascuna, una al giorno per venti giorni consecutivi». Sono previsti dei protocolli di mantenimento, in genere due trattamenti la settimana per tre mesi

Ragione n. 1, trattamento innocuo
Come detto, il trattamento è assolutamente indolore e privo di effetti collaterali. Occorre però sottoporsi a esso con costanza per vederne gli effetti.

N. 2, addio farmaci
Molti pazienti affetti da dipendenza da sostanze vengono trattati solitamente ricorrendo a farmaci, che peraltro ad oggi non hanno dimostrato un’efficacia sul craving. La deep-rTMS permette di curarli anche senza farmaci.

N. 3, sedute brevi
Le sedute sono brevi. Durano infatti solo venti minuti. Vengono effettuate al Mood Center.

N. 4, tempi rapidi di trattamento

Mediamente un ciclo di trattamenti, al termine del quale si riscontrano i risultati della terapia, ha una durata di soli 4 settimane, un trattamento giornaliero dal lunedì al venerdì.

N. 5, protocolli dedicati
Il ricorso al dispositivo avviene dopo una visita di valutazione preventiva da parte del dottor Fazzari e nel rispetto di precisi protocolli forniti dalla Università Ben Gurion di Israele.

N. 6, non influisce su peso forma e vita sessuale
Il ricorso alla Deep-rTMS tiene lontani effetti indesiderati causati da farmaci come l'aumento di peso e il mantenimento di una normale attività sessuale. Ci sono casi in cui con la somministrazione di farmaci i pazienti hanno avuto un incremento ponderale di 10-20 kg. Molti farmaci possono hanno un effetto molto negativo sulla sfera sessuale.

N. 7, alta probabilità di successo
Le statistiche oggi disponibili affermano che circa l'80% dei pazienti trattati con Deep-rTMS ha fatto registrare un netto miglioramento delle proprie condizioni di salute.

N. 8, casco personalizzato
Per ogni paziente viene predisposto un casco personalizzato in tessuto da indossare a ogni seduta. E' attraverso di esso che si esegue la terapia.

N. 9, costi contenuti
Le tariffe applicate dal Mood Center sono tra le più contenute in Europa e in Italia. Ci sono pazienti americani che trovano più conveniente farsi curare al Mood Center di via Ugoni a Brescia che nel loro paese d'origine.

N. 10, professionalità comprovata
Il dottor Giuseppe Fazzari è uno dei punti di riferimento sul territorio per la cura delle patologie della sfera psichiatrica, nonché uno dei primi specialisti ad aver testato e confermato gli effetti positivi della Stimolazione Magnetica Transcranica Profonda.
Dal mese di giugno è consulente psichiatra presso la Comunità Shalom di Palazzolo sull’Oglio (BS).
Il trattamento di stimolazione profonda è uno strumento innovativo, efficace , ben tollerato, spesso risolutivo sulla dipendenza da cocaina, che si deve integrare con un percorso psicosociale presso i SerT, gli SMI o i Centri privati operanti sul territorio. Da qualche mese abbiamo stabilito un proficuo rapporto di collaborazione con Spazio Off di Brescia.

Necrologie