mistero

Svolta nel giallo di Temù: indagate le figlie della donna scomparsa

Nessuna traccia della ex vigilessa Laura Ziliani.

Svolta nel giallo di Temù: indagate le figlie della donna scomparsa
Cronaca 05 Luglio 2021 ore 08:51

Proseguono le indagini degli inquirenti sulla inquietante sparizione di Laura Ziliani, ex vigilessa di Temù, si cui  non si hanno notizie dall’8 maggio, quando era uscita per una camminata senza più far ritorno a casa.

Vigilessa sparita

Come riportano i colleghi di primalavalcamonica.it oltre cinquanta giorni di ricerche e poi la svolta nelle indagini decisamente inattesa. Gli ultimi giorni di giugno infatti il sostituto procuratore Caty Bressanelli ha iscritto nel registro degli indagati due delle tre figlie di Laura, Paola e Silvia, di 19 e 27 anni. Non sono le sole, infatti pochi giorni dopo aggiunto anche il fidanzato della prima figlia un giovane di 27 anni residente a Calolziocorte: su di lui gli inquirenti stanno indagando per concorso in omicidio volontario e occultamento di cadavere.

Nell’ambito dell’inchiesta, su cui stanno lavorando i Carabinieri della Compagnia di Breno, la Procura ha provveduto al sequestro dell’abitazione della donna, dove ha vissuto fino al 2012, anno in cui è tragicamente scomparso il marito, e dove ora vive una delle figlie.

Svolta nel giallo di Temù

La svolta sarebbe dettata da alcune incongruenze nei racconti di due delle tre figlie, sempre presenti nelle lunghe giornate di ricerca della donna. Non convince nemmeno il ritrovamento del cellulare della donna, in un anfratto in cantina.

E poi Laura era un'escursionista esperta. Le due figlie indagate hanno dichiarato agli inquirenti che la madre si sarebbe allontanata seguendo un percorso, non confermato dall'analisi delle immagini delle telecamere di videosorveglianza. Insomma, il mistero si infittisce.

Necrologie