Cronaca

Torna la paura del fuoco sul Lago

“Per ricostituire i boschi andati in fiamme nell’Alto Lago da inizio anno ci vorranno almeno 15 anni con danni all’ambiente, all’economia, al lavoro e al turismo” .

Torna la paura del fuoco sul Lago
Cronaca 28 Febbraio 2019 ore 07:27

Torna la paura del fuoco sul Lago.  Il caldo anomalo “spinge” gli incendi. Nel 2019 si è verificato  quasi un rogo al giorno dall’inizio dell’anno (44) per un totale di ben 1442 ettari andati in fumo. E’ quanto emerge da un’elaborazione di Coldiretti su dati Effis in relazione al codice rosso per allarme incendi scattato in Alta Lombardia.

Torna la paura del fuoco sul Lago

In particolare, la sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia ha emesso un avviso di elevata criticità (codice rosso) per rischio incendio boschivo, dalle ore 12 di oggi , giovedì 28 febbraio e fino al prossimo aggiornamento, su Lario (Co-Lc),  Valchiavenna (So), Verbano (Va) e di criticità moderata (codice arancione), sull’Alta Valtellina dalle ore 7 di oggi e fino al prossimo aggiornamento.

LEGGI ANCHE  Allerta incendi in Valchiavenna e Lario

Eventuali focolai potrebbero essere favoriti dal forte vento e dall’ambiente secco in un mese di febbraio con temperature massime superiori alla media: proprio il vento e un lungo clima siccitoso hanno creato, a inizio anno, le condizioni ideali allo sviluppo del grave incendio che ha devastato chilometri e chilometri di bosco nell’alta provincia di Como.

I danni

“Per ricostituire i boschi andati in fiamme nell’Alto Lago da inizio anno ci vorranno almeno 15 anni con danni all’ambiente, all’economia, al lavoro e al turismo” commenta Fortunato Trezzi, presidente di Coldiretti Como Lecco. Il bosco, per il territorio lariano, ha sempre rappresentato una risorsa di imprescindibile importanza sotto il profilo economico: e si tratta di una risorsa rinnovabile, come dimostra il fatto che, ad oggi, sul territorio delle nostre province il taglio boschivo è di gran lunga inferiore alla capacità di crescita dello stesso: di fatto, i boschi sono quindi in estensione e rappresenteranno, anche per gli anni futuri, una risorsa con cui interagire, “coltivandola” e “coltivando” con essa le possibilità di sviluppo per le imprese che operano nel segmento agroforestale.

Necrologie