Vicino alla gente

Un fuoristrada alla CRI di Sondrio per gli interventi anche in zone impervie e difficilmente raggiungibili

Donato da Cancro Primo Aiuto, grazie al sostegno di Gimoka, un Land Rover Defender adattato come ambulanza.

Un fuoristrada alla CRI di Sondrio per gli interventi anche in zone impervie e difficilmente raggiungibili
Cronaca Bassa Valle, 16 Aprile 2021 ore 12:06

Sondrio 16 aprile 2021. La Croce Rossa di Sondrio da oggi potrà contare su un nuovo mezzo che permetterà agli operatori di intervenire là dove finora era complesso o addirittura impossibile farlo. L’associazione Cancro Primo Aiuto, grazie al contributo di Gimoka che ha sede proprio in Valtellina, ha donato un Land Rover Defender adattato come ambulanza che potrà, appunto, arrivare anche in zone impervie e difficilmente raggiungibili con i mezzi normali.

Consegna chiavi

La “consegna delle chiavi” è avvenuta oggi presso la sede di Gimoka ad Andalo Valtellino, con una cerimonia alla presenza dei rappresentanti dell’azienda, della Croce Rossa di Sondrio e di Cancro Primo Aiuto.

«E’ un regalo prezioso che ci permetterà di intervenire anche in zone disastrate – ha spiegato la presidente del Comitato di Sondrio della Croce Rossa Italiana, Giuliana Gualteroni - Un esempio su tutti per capire: gli abitanti di Santa Caterina Valfurva, in passato isolati a causa della frana del Ruinon, con il Land Rover Defender saranno sempre raggiungibili perché il mezzo potrà percorrere la mulattiera che raggiunge il paese quando la strada provinciale è interrotta. Inoltre, sarà molto utile per i “servizi gara” a cui, Covid permettendo, saremo chiamati a partecipare nei prossimi mesi estivi».

In Valtellina, infatti, si organizzano diversi eventi sportivi che portano gli atleti su sentieri di montagna dove le normali ambulanze non possono arrivare. «Con questo mezzo, inoltre – continua Gualteroni – potremo intervenire anche in situazioni particolari, quando, ad esempio, l’elicottero non può decollare a causa del maltempo».

Maggiormente protetti

«Siamo convinti che la montagna valtellinese avesse bisogno di un mezzo di questo genere e per questo abbiamo coinvolto il Gruppo Gimoka che ha risposto subito in modo positivo alla nostra richiesta – ha dichiarato l’amministratore delegato di Cancro Primo Aiuto, Flavio Ferrari – Con il Land Rover Defender a disposizione della Croce Rossa credo che molti valtellinesi possano sentirsi maggiormente protetti».

Vicino alla gente

«Noi di Gimoka abbiamo subito aderito con grande entusiasmo all’iniziativa di CPA – ha commentato il Presidente del Gruppo Gimoka Ivan Padelli. – La nostra azienda ha sempre lavorato vicino alla gente, al servizio della comunità e del territorio. Il nostro marchio è permeato dal concetto di accessibilità e con questi gesti vogliamo declinare all’esterno i nostri valori, assicurando l’accesso ai servizi essenziali. Cerchiamo di essere sempre molto attivi nel sociale, specie quando si tratta di questa splendida terra che è insita nel patrimonio del marchio. Conosciamo le asperità che devono affrontare i volontari della Croce Rossa per raggiungere i luoghi più remoti della Valle, soprattutto in alcune stagioni. Speriamo con questo piccolo gesto di garantire un’assistenza adeguata a tutta la comunità».

Necrologie