Cronaca
Villa di Tirano

Un "ladro" si aggira nella piana dei Chiari

Gli Amici dei Chiari hanno diffuso un simpatico video per annunciare la serata del 30 dicembre in cui spiegheranno la situazione.

Un "ladro" si aggira nella piana dei Chiari
Cronaca Tiranese, 27 Dicembre 2022 ore 07:14

"Chi ci sta “rubando” il verde? Sei invitato a scoprirlo venerdì 30 dicembre alle ore 20.30 presso l’auditorium di Villa di Tirano, con la “Storia della stazione elettrica sulla piana dei Chiari”. Racconteremo tutta la verità sulla vicenda, oltre a quello che abbiamo fatto in un anno di attività come raggruppamento Amici dei Chiari. Ti aspettiamo". L’invito degli Amici dei Chiari alla serata di fine anno è corredato da un simpatico video in cui un ladro - ben riconoscibile - si aggira fra il centro di Villa e i campi, con tanto di cappuccio, e alla fine se ne va dalla piana dei Chiari con un trattore, dandosi alla macchia. La vicenda è ben nota e riguarda la realizzazione della nuova centrale Terna Poschiavino che di fatto si mangerebbe una grandissima fetta della piana agricola villasca. Se aggiunto a ciò che verrà portato via dalla tangenziale al paese resterà davvero ben poco...

Scontro con Cartettini

Ricordiamo che nemmeno un mese fa il gruppo Amici dei Chiari aveva risposto alla presa di posizione di Renato Cardettini per il Comitato razionalizzazione in merito al progetto Terna. "Pur comprendendo i legittimi turbamenti di questo sedicente ‘comitato’ (…la cui entità giuridica è ancora a noi sconosciuta…) noi pensiamo che tali preoccupazioni dovrebbero riguardare l’attuazione dell’unico accordo di programma attualmente in corso di validità, quello del 2003 e non la ricerca di un discutibile escamotage per la realizzazione di un intervento, parziale, a beneficio di qualcuno ed a totale danno di altri, al di fuori degli accordi a suo tempo assunti dai soggetti firmatari. Rimettere in discussione gli impegni già presi è il modo più semplice per rallentare la realizzazione delle opere e lì, c’è un impegno fermo da vent’anni che ha un obiettivo generale ben diverso da quello che qualcuno si prefigge di raggiungere con la nuova parziale proposta. Se qualcuno vuole ripulire l’orticello del proprio Comune smaltendo lo sporco su Villa, non si può assolutamente essere d’accordo (a parti invertite, non lo sarebbero nemmeno loro), noi siamo convinti che, piuttosto che fare male (“porcate”) è decisamente meglio non fare".

Contro Tirano

E ancora: "Se questo ‘comitato’, che si è dato un nome così territorialmente altisonante, vuol essere davvero obiettivo, rivolga la sua attenzione al pilatesco vergognoso atteggiamento del Comune di Tirano che, quasi rinnegando la firma del suo rappresentante sull’accordo del 2003 e dopo averne goduto i benefici economici da esso derivati, oggi, vuole scaricare il danno e la beffa su altri, assecondando l’atteggiamento di Terna verso i Comuni potenziali beneficiari del nuovo progetto (comportamento che potrebbe quasi sembrare ricattatorio... o si fa come diciamo noi, o non si fa niente)". Ricordiamo altresì che il 14 gennaio 2022 il gruppo aveva inviato a Terna delle formali osservazioni scritte. Da gennaio si era spontaneamente formato il raggruppamento di cittadini cui attualmente partecipano, oltre ai firmatari l’iniziativa, Fulvio Santarossa, Loris Genetti, Fabrizio Rossatti, Nora Tognela, Mauro De Giovanni, Anna Gasparini, Francesco Tognoli, Marco Bertoni, Giovanni Mazza. Recentemente anche il sindaco Franco Marantelli ha preso posizione contro Terna chiedendo una proposta convincente perchè "la razionalizzazione andava realizzata entro il 2013".

Seguici sui nostri canali
Necrologie