Un'altra bella Smatoteda

Era la 24esima edizione.

Un'altra bella Smatoteda
Alta Valle, 23 Ottobre 2019 ore 08:04

A Livigno la classica degli scacchi.

Un'altra bella Smatoteda

Nelle belle sale dell’Aquagranda, in Livigno, si è svolta domenica 20 ottobre la 24esima edizione dell’ormai collaudata e tradizionale manifestazione scacchistica Smatoteda, che assegna il titolo di campione provinciale gioco lampo. Il torneo rimane un punto di riferimento importante per i tanti appassionati del gioco degli scacchi non solo della provincia di Sondrio, visto che molti giocatori arrivano anche da fuori provincia. Il torneo è frutto di impegno e passione dei dirigenti del Circolo di Livigno che si sono succeduti in tutti questi anni. Per l’evento 2019, un plauso al presidente Gianbattista Ceresa e allo staff organizzativo capitanato da Lino Castellani e Mattia Cusini.

Premiati

Il torneo quest’anno ha visto la presenza di 30 scacchisti, di cui tre appartenenti alla categoria juniores e una sola rappresentante del gentil sesso. Varia la provenienza dei giocatori: da tutta la provincia di Sondrio, da quelle di Roma, Como, Lecco, Brescia, Milano e Bari. 14 i turni di gioco, sotto la direzione di Leonardo Leoni, delegato provinciale scacchi. Al termine di una gara incerta e combattuta, la vittoria è andata al lecchese Roberto Sironi con punti 11, secondo classificato il romano Michele Blonna con punti 10,5 e terzo Almir Tahiraj di Lecco, pure con punti 10,5. Premiati anche i vincitori delle tre categorie: Donatello Deghi, Marco Rocca e Paolo Cucchi. Vincitrice della classifica femminile è risultata Giulia Rodigari, del Circolo organizzatore, mentre tra gli under 16 ha primeggiato Andrea Robustelli Della Cuna. Il titolo di miglior Circolo se lo è aggiudicato il Circolo Amos Cusini di Livigno che ha preceduto Morbegno. Infine il titolo di campione provinciale gioco lampo ha visto primeggiare Davide Robustelli di Livigno, che ha completato il successo per il Circolo organizzatore.

Necrologie