Cronaca
Contro il Covid

Vaccino Covid-19 per i bambini, i pediatri: "E' sicuro ed efficace"

I consigli dei pediatri per la fascia di età tra i 5 e gli 11 anni. In provincia di Sondrio sale il numero delle prenotazioni.

Vaccino Covid-19 per i bambini, i pediatri: "E' sicuro ed efficace"
Cronaca Sondrio, 21 Dicembre 2021 ore 15:22

Scegliere la vaccinazione contro il Covid-19 per i propri figli dai 5 agli 11 anni con serenità, a fronte di studi approfonditi e delle evidenze fornite dai milioni e milioni di bambini vaccinati in tutto il mondo, e ascoltando le indicazioni dei pediatri di famiglia.

Questo è il consiglio della dottoressa Lorella Rossi, direttore del Dipartimento materno infantile dell'Asst Valtellina e Alto Lario, mentre prosegue a pieno ritmo la campagna vaccinale con sedute dedicate nei centri di Sondalo, Villa di Tirano, Sondrio, Morbegno e Chiavenna. Dopo un inizio timido, le prenotazioni sono notevolmente cresciute negli ultimi giorni.

Covid-19 e vaccino per i bambini, la dottoressa: "Occasione da cogliere"

"È un'occasione importante e il mio consiglio è di coglierla - è la premessa della dottoressa Rossi -. Il riferimento deve essere il pediatra di famiglia che conosce il bambino ed è in grado di fornire un'informazione corretta e trasparente, la sola che i genitori dovrebbero considerare, perché scientifica e fondata. I dati riferiti ai milioni di bambini vaccinati nel mondo confermano che il vaccino, di cui viene somministrato un terzo della dose, è in grado di prevenire la malattia e di contenere la circolazione del virus. È vero che il covid-19 non ha avuto un grande impatto sui bambini di questa fascia di età ma i casi di forme gravi con ospedalizzazioni e lunghe cure e addirittura decessi non sono mancati neppure in Italia e con il vaccino possiamo evitarli.

Inoltre - continua la dottoressa Rossi - un altro aspetto importante è quello del benessere psicologico dei nostri bambini che risentono dell'eventuale positività che li limita nella frequenza della scuola, nell'attività sportiva e in generale nella socialità. Tra i genitori c'è molto interesse in senso positivo: a noi pediatri viene chiesto di confermare una scelta già fatta più che di convincere. I bambini positivi continuano ad essere tanti, troppi direi, e vorrei evidenziare che non possiamo conoscere a priori l'evoluzione della malattia, perché potrebbero esserci fattori di predisposizione del bambino. Tutti i figli dei nostri pediatri - conclude - sono prenotati per la vaccinazione".

Sono oltre 2300 i bambini premotati

Prima della vaccinazione viene effettuata un'attenta anamnesi e, in casi particolari, il vaccino viene somministrato in ospedale, in ambiente protetto. Eloquenti sono al riguardo le risposte ai dubbi più frequenti delle famiglie diffuse dalla Società Italiana di Pediatria. Il vaccino è considerato sicuro ed efficace con effetti collaterali minimi del tutto simili a quelli di altre vaccinazioni. Gli effetti avversi sono rari e di lieve entità: i 12-17 casi di miocardite hanno avuto un'evoluzione benigna, e sono stati meno frequenti e meno importanti del contagio. I bambini fragili rischiano di più dalla malattia e vanno dunque protetti: devono essere vaccinati e non servono indagini preliminari. Anche i bambini che hanno contratto il virus devono vaccinarsi, perché è dimostrato che l'immunità non è sufficientemente alta per proteggere per un lungo periodo il bambino, che sarebbe dunque esposto a rischi.

Ad oggi i bambini tra i 5 e gli 11 anni prenotati per la vaccinazione sono oltre 2300, ma il dato è in continuo aggiornamento, di cui più di 400 già vaccinati. Sedute dedicate a questa fascia di età sono previste per domani a Sondalo, a Sondrio e a Villa di Tirano, sempre nel pomeriggio per non interferire con gli impegni scolastici, giovedì a Villa di Tirano e a Morbegno.

Necrologie