Variante Tremezzina progetto definitivo approvato: i commenti

Nei prossimi giorni sarà pubblicato il bando di gara. 

Variante Tremezzina progetto definitivo approvato: i commenti
20 Dicembre 2019 ore 13:39

Il Consiglio di Amministrazione di Anas ha approvato il progetto definitivo della Variante alla Tremezzina in modo da avviare la procedura di gara per l’appalto integrato dell’intervento entro la scadenza prevista di fine anno. Nei prossimi giorni sarà pubblicato il bando di gara.

Variante Tremezzina progetto definitivo approvato: i commenti

“Si è compiuto quindi un passaggio fondamentale nel quale come rappresentanti del territorio abbiamo agito in modo corale per raggiungere l’obiettivo. Negli ultimi due mesi, a conoscenza della necessità di reperire quasi 200 milioni di investimenti aggiuntivi, abbiamo lavorato con senso di responsabilità e senza polemiche e dichiarazioni ad effetto, per risolvere il problema. Ciascuno per la propria parte ma in costante contatto e coordinamento, nei rapporti con ANAS, Ministro delle Infrastrutture, Regione Lombardia. Nei vertici di tutte le Istituzioni interessate abbiamo trovato disponibilità, consapevolezza dell’importanza dell’opera e volontà di trovare una soluzione per garantire il finanziamento integrale e l’avvio dell’appalto nei tempi previsti. Ora il nostro impegno continuerà perché questa opera dovrà essere pronta per le Olimpiadi Invernali del 2026”. A parlare sono Chiara Braga, Alessio Butti, Ugo Parolo, Mauro Guerra.

“Straordinaria notizia: il progetto definitivo della variante alla Tremezzina è stato approvato dal Consiglio di Amministrazione di Anas e con questa deliberazione sono state definitivamente messe in salvaguardia le risorse finanziarie per l’intervento: ora l’avvio dei lavori è sempre più vicino” – notizia accolta con estrema soddisfazione sia dal Deputato della Lega, Ugo Parolo, eletto anche nel collegio del lago di Como, che dal Collega di Fratelli d’Italia, Alessio Butti. “Come Deputato eletto nel collegio, ho seguito sin dal primo giorno la questione della Variante alla Tremezzina, ritenendola un’opera assolutamente prioritaria per il territorio. Desidero ringraziare, in particolare, i colleghi comaschi della Lega, Alessandra Locatelli, Nicola Molteni ed Eugenio Zoffili, che, dandomi fiducia, mi hanno delegato a seguire questa partita”. “Con l’approvazione del progetto definitivo – dichiara Parolo – partono le procedure di gara per un‘opera che vale 576 milioni di euro, un risultato storico per la viabilità del lago di Como e non solo”. “Il risultato raggiunto è stato frutto di un costante lavoro sotto traccia, a “riflettori spenti”, perché l’obiettivo primario è sempre stato quello di arrivare al risultato e non quello di fare proclami o di apparire sui giornali o coi tweet” – prosegue il Deputato – “Oggi possiamo dire di aver centrato l’obiettivo: con l’approvazione odierna sono definitivamente assegnate le risorse, parte la gara d’appalto e si sono create tutte le condizioni, burocrazia permettendo, per arrivare all’apertura dei cantieri entro la fine del 2020 o, al massimo, nei primi mesi del 2021. Vedere realizzata la variante della Tremezzina entro le Olimpiadi del 2026, ora, non è più un sogno ma può essere concretamente realtà!”.
“Il lavoro di questi mesi mi ha visto interloquire direttamente sia con il Ministero delle Infrastrutture che con Anas. In particolare, con il primo lo scorso 3 luglio, dove ho sollecitato la copertura finanziaria dell’intervento, recepita poi con Delibera del CIPE dello scorso 24 luglio che ha innalzato il finanziamento dell’opera a 380Milioni di euro. – puntualizza l’On. Parolo – Con Anas e le varie strutture tecniche il confronto è stato costante, in media ogni quindici giorni, perché, per esperienza opere così complesse richiedono un presidio puntuale. E, questo, ci ha permesso di intercettare istantaneamente questa ultima criticità finanziaria che ci ha portato a recuperare circa 200 milioni aggiuntivi e, con il pronto coinvolgimento di tutti i soggetti, siamo riusciti in tempi record a gestire e risolvere”.
“Desidero ringraziare tutti coloro che si sono impegnati e, in particolare, i vertici di Anas, l’Amministratore delegato ing. Massimo Simonini, il Consiglio di Amministrazione e il Direttore Dino Vurro che, dal primo all’ultimo minuto, hanno lavorato per cercare una possibile soluzione, proponendo al Ministero delle Infrastrutture e alla Regione le soluzioni che sono state accettate e oggi, definitivamente, approvate. – conclude Parolo – “Un ringraziamento particolare a Regione Lombardia, al Presidente Attilio Fontana e all’Assessore Claudia Maria Terzi, che hanno fornito un fondamentale concorso alla risoluzione delle problematiche relative al finanziamento dell’opera”.
Di analogo tenore il commento del Deputato Alessio Butti dichiara: “È stato un iter abbastanza complicato che, quale vice presidente della Commissione Territorio Ambiente e LLPP della Camera, ho seguito con passione e attenzione, sollecitato anche da molti sindaci e residenti sulla sponda occidentale del Lario”. “L’idea di realizzare la Variante della Tremezzina ha origini lontane e ha conosciuto la partecipazione convinta del mondo politico ed economico del territorio che hanno avuto un ruolo straordinario nell’attuarla” ha aggiunto il deputato lariano di Fratelli d’Italia. “Certo – ha proseguito Butti – i problemi della Strada Statale Regina sono ancora tanti e abbiamo molto da lavorare, ma il risultato soddisfa e gratifica anche perché conseguito grazie ad un affiatato lavoro di squadra dei parlamentari locali e degli amministratori”.
“Ora – conclude Butti – dobbiamo mettere mano alle procedure affinché diventino molto più snelle e veloci perché non è possibile che per realizzare un’opera di questa portata più del 50% del tempo necessario si perda in progettazione e burocrazia”.

 

Necrologie