Via libera di Aevv alla multiutility del Nord Lombardia

Cosa cambia per i clienti di Aevv Energie?

Aggiornamento:

Mancava solo l’ultimo atto formale che è arrivato mercoledì quando l’assemblea straordinaria dei soci di Aevv ha dato il via libera all’ingresso della società pubblica valtellinese nella multiutility del nord lombardo. Una società che nasce attraverso la fusione per incorporazione di A2A Idro 4, Acel Service, Aevv Energie, Aspem, Aevv e Lario Reti Gas in Acsm-Agam.

La nuova società

Lo scopo è avere una società pubblica di grandi dimensioni, capace di assecondare gli interessi dei cittadini e gestire servizi fondamentali. Nascerà, dunque, un nuovo soggetto organizzativo che si occuperà di vendita di energia elettrica e gas. Una trasformazione societaria strategica nell’ottica di garantire un miglior assetto organizzativo in grado di affrontare al meglio le nuove sfide che pone il mercato, prima fra tutte quella relativa alla fine del servizio di tutela. La nascita del nuovo soggetto è fissata per l’1 luglio.

Cosa cambia per i clienti di Aevv Energie?

Ma cosa cambierà per i cittadini, in particolare quelli che hanno contratti di servizio con Aevv Energie? Sostanzialmente poco. Aevv Energie manterrà infatti il proprio radicamento territoriale così come la tipologia dei servizi da sempre offerti ai propri clienti. Saranno mantenuti anche l’ormai storico e conosciutissimo marchio aziendale, così come l’attività di sportello presso gli uffici e gli infopoint che si trovano dall’Alta alla Bassa Valtellina.

Il commento del direttore

"Saremo sempre noi a occuparci dei nostri clienti - conferma il direttore di Aevv Energie, Maurizio Casartelli - E lo faremo come sempre presso i nostri sportelli di Sondrio, Tirano e Valdisotto e presso i Punti Aevv Energie di Morbegno e Nuova Olonio. In tal senso dunque mi sento di tranquillizzare i nostri clienti e più in generale tutti i valtellinesi e i valchiavennaschi chiamati a scegliere il proprio fornitore prima del termine del servizio di tutela, previsto per il 30 giugno 2019".

Seguici sui nostri canali