Viaggiatori lasciati a piedi dal treno partito in anticipo

Questa volta a creare disagi non un ritardo ma una partenza anticipata.

Viaggiatori lasciati a piedi dal treno partito in anticipo
Sondrio, 02 Ottobre 2019 ore 09:45

 

Ennesimo episodio di disagio sulle ferrovie in Provincia di Sondrio. E' la Cisl che denuncia questa volta non un ritardo o una cancellazione ma... un anticipo.

Lasciati a piedi dal treno

"Ci è stato segnalato da alcuni pendolari della Valchiavenna che svolgono a Sondrio la propria attività lavorativa, giovedi 26 settembre u.s., il treno, la cui partenza è prevista dalla stazione di Sondrio alle ore 17,41, è partito da detta stazione con circa 3 minuti di anticipo, lasciando a terra almeno una decina di viaggiatori che, sbalorditi ed increduli, hanno visto allontanarsi il treno con largo anticipo sull'orario di partenza previsto" spiega Michele Fedele, referente provinciale per i trasporti della Cisl.

LEGGI ANCHE:Nuovi abbonamenti Trenord: tutto quello che c’è da sapere

Serve più attenzione e buona volontà

Il sindacalista poi conclude: "Purtroppo, i disagi sulla nostra linea ferroviaria non sono determinati solo dalle grosse carenze infrastrutturali o dai convogli troppo vecchi per circolare in efficienza. Spesso alcuni problemi dipendeno da piccole mancanze, quali: comunicazioni carenti, autobus sostitutivi mancanti, sale d'aspetto chiuse, coincidenze che “coincidono” poco e, adesso….. anche treni che partono in anticipo! Per eliminare questo tipo di problemi non occorrono grossi investimenti, ma una maggiore attenzione e, forse, un po' di buona volontà".

Necrologie