L'emergenza

Zona rossa o nuovo lockdown? In arrivo misure più restrittive

Si prospetta una modifica dell'ultimo Dpcm, varato solo una settimana fa.

Zona rossa o nuovo lockdown? In arrivo misure più restrittive
Cronaca Sondrio, 09 Marzo 2021 ore 13:00

Zona rossa in automatico se i contagi da coronavirus superano i 250 casi ogni 100 mila abitanti. Ma anche chiusura nel weekend per arginare l'aumento dei positivi sotto la spinta delle varianti covid in Italia, misure e restrizioni più rigide per le zone rosse. Sono le ipotesi  che potrebbero diventare realtà nelle prossime ore. E al momento non è escluso neppure un vero e proprio lockdown di tre settimane, del tutto simile a quello della primavera scorsa

Zona rossa o lockdown? Oggi la decisione di Draghi

Le misure più restrittive sono al centro della riunione del Comitato tecnico scientifico  nella riunione che era stata convocata per la mattinata di oggi, martedì 9 marzo 2021. A chiedere al Cts di valutare la situazione era stato il governo,  dopo l'aumento dei casi delle ultime settimane.

Dopo la riunione del Cts spetterà poi al premier Mario Draghi e ai ministri decidere cosa fare, con la modifica del Dpcm varato solo pochi giorni fa ed entrato in vigore sabato.

Diverse le ipotesi sul tappeto

Diverse sono le possibilità sul tavolo, anche se il ventaglio delle ipotesi sembra ormai essersi ristretto. Si va da quella più severa di tre settimane di lockdown generalizzato per provare a vaccinare più persone possibili. Quella più plausibile è però legata a una stretta dei parametri che farebbero entrare un territorio in zona rossa.

E dunque, come aveva già suggerito il Cts, basterebbe che l'incidenza del contagio raggiungesse i 250 casi ogni 100 mila abitanti per far scattare la Zona rossa. Una misura che servirebbe anche per evitare che anche in regioni colorate di arancione o giallo, i governatori possano chiudere le scuole al raggiungimento di questa incidenza di contagi, come accaduto in Lombardia quando giovedì scorso il presidente Fontana aveva firmato proprio a Sondrio l'ordinanza per mettere l'intera regione in Zona arancione rafforzato. Ma con altre attività, come i bar e ristoranti, aperte per l'asporto.

Infine, l'ulteriore opzione al vaglio riguarda la possibilità di chiudere tutto nei fine settimana. Un po' quello che è avvenuto durante le vacanze di Natale e di fine e inizio anno. Con l'alternanza di Zona rossa e Zona arancione su tutto il territorio nazionale.

Necrologie