A Sondrio e in Valmalenco arriva la vacanza attiva

Tante le proposte per tutti i gusti.

A Sondrio e in Valmalenco arriva la vacanza attiva
Cultura Sondrio, 30 Luglio 2018 ore 11:14

In Valmalenco la vacanza attiva: tante le proposte per trascorrere l'estate all'insegna di sport e divertimento.

La parola d'ordine è vacanza attiva

Questa estate non si può certo rimanere fermi e per questo il territorio della Comunità Montana Valtellina di Sondrio ha una sola parola d’ordine: vacanza attiva. Si inizia certamente con le due ruote. Il Sentiero Valtellina è il punto di partenza per offrire itinerari per essere percorsi dagli appassionati di ciclismo. Ma la Valle vuol dire anche cicloturismo per famiglie. Ecco allora i 20 km di pista ciclabile del sentiero Rusca  che corre in Valmalenco, parallelo al torrente Mallero. E' possibile percorrerlo in discesa, senza fatica e godendosi il paesaggio, ritornando in valle con lo “shuttle”. Un servizio reso possibile dal Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco che con in Rent & Bike Palù oltre ad offrire il comodo servizio, mette a disposizione un completo parco bike per tutte le esigenze. Il tutto è arricchito dai Family Bike Park di Caspoggio e dell’Alpe Palù che apre veramente a tutti la possibilità di vivere la montagna sulle due ruote.

Non solo biciclette...

Ma lo sport nel Mandamento non si ferma alle due ruote. Per gli appassionati dello “swing”, ecco il percorso del Golf Club Caiolo che si snoda su 18 buche per giocatori di tutti i livelli. E per un “semplice” riscaldamento dall'1 agosto aprirà il campo pratica all’Alpe Palù che permetterà sotto l’attenta guida del
maestro Andrea Grasso di testare le future capacità golfistiche con uno sfondo unico: la catena del Bernina. "Nel Mandamento, il turismo attivo ha però altre mille sfaccettature - conferma Roberto Pinna, direttore del Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco - Dal rafting all’hydrospeed, dalla canoa al kayak, dal tennis alla bike, dal golf al trekking o alle passeggiate a cavallo. Sono tutte attività che risultano prodotti fondamentali per il turismo estivo, un turismo che desidera certamente attività ma non disdegna la sostenibilità del territorio, corollario importante per una vacanza montana".

La novità dell'anno

"Novità di quest’anno per gli amanti dell’adrenalina - continua Roberto Pinna - è “Gola Up” un percorso tracciato lungo il torrente Scerscen da campo Franscia – Lanzada. Inizia con una calata di 40 metri e prosegue a zig zag su corde fisse lungo il torrente. Attività specifica, naturalmente accompagnata, che insieme al canyoning nelle gole del “Cormor” e alla palestra di arrampicata in località Pradasc di Lanzada, abbinano alpinismo, avventura e il fascino incontaminato della natura".

Necrologie