Cultura

Agroalimentare, la Valtellina a Sial Parigi

Le nostre eccellenze presentate a un pubblico internazionale.

Agroalimentare, la Valtellina a Sial Parigi
Cultura 31 Ottobre 2018 ore 13:27

Ottimi riscontri per la Valtellina a Sial Parigi. Protagonista il Diestretto Agroalimentare di Qualità.

Sial Parigi: vetrina di primo piano

Si è conclusa l’edizione 2018 del Sial (Salone Internazionale dell’Alimentazione), fiera mondiale biennale del settore Food, tenutasi dal 20 al 25 ottobre, presso il prestigioso Parc des Exposition di Parigi. Un’edizione da record, con oltre 7.200 espositori provenienti da 119 paesi e 125 delegazioni ufficiali. Il Salone, diviso in ben 10 padiglioni su un’area di 250.000 mq, ha raggiunto numeri importanti: oltre 160.000 visitatori durante i 5 giorni della kermesse parigina.

Valtellina protagonista

Il Distretto Agroalimentare di Qualità della Valtellina era presente con uno stand istituzionale, fortemente identificativo dei prodotti di eccellenza e del loro territorio di origine, sotto il cappello Taste the Alps, che richiama il concetto di montagna, “Montagna di Valtellina”. Qui, i produttori hanno potuto presentarsi ad un pubblico internazionale qualificato, in un ambiente dedicato, supportato dal servizio di ristorazione e di degustazione ad opera dello chef Mattia Giacomelli, che commenta così la propria partecipazione: “E’ stato un momento di confronto con le tecniche culinarie del mondo intero, ed una esperienza inedita in un contesto diverso, da cui non potrò che trarre ispirazione e far nascere nuove idee e nuovi spunti capaci di intercettare le nuove tendenze”.

Sotto i riflettori le nostre eccellenze agroalimentari

Per tutta la durata della manifestazione, i visitatori hanno potuto conoscere e apprezzare la Bresaola della Valtellina IGP, i Pizzoccheri della Valtellina IGP, i formaggi DOP Valtellina Casera e Bitto, la Mela di Valtellina IGP, sia in purezza che ricettati in abbinamento ai vini DOC e DOCG. Il presidente, Franco Moro, commenta con soddisfazione la partecipazione del Distretto: "Sial rappresenta l’osservatorio e una vetrina eccezionale del mondo Food in continuo raffronto tra innovazione e tradizione. In questo contesto è possibile scoprire le nuove tendenze di settore, della ristorazione e dei consumi su scala internazionale. L’offerta agroalimentare a marchio comunitario della provincia di Sondrio continua a ricevere lusinghieri apprezzamenti per la sua qualità che, nel contesto del Made in Italy, si caratterizza per la sua varietà e rappresentatività territoriale. SIAL segna il debutto della campagna di informazione triennale sui nostri prodotti DOP e IGP sui mercati esteri”.

Il commento di Dolzadelli e Chiapparini

Presenti a supporto delle aziende valtellinesi Marco Chiapparini del Distretto Agroalimentare di qualità della Valtellina e Paola Dolzadelli, Coordinatrice del Consorzio di Tutela Bresaola della Valtellina, che così si esprime al riguardo: “La nostra bresaola è ben presente sul mercato francese con interessanti e continue prospettive di crescita sia nel campo della distribuzione che della ristorazione. La sinergia attivata con il Distretto ha permesso di valorizzare ulteriormente i punti di forza del prodotto, non solo nutrizionali e qualitativi, ma anche gastronomici e territoriali”. E Chiapparini conclude: “La campagna di informazione e promozione del Distretto proseguirà con un fitto programma di iniziative sui mercati italiano, tedesco e francese, al fine di accrescere la conoscenza dei prodotti di eccellenza della provincia di Sondrio, in sinergia con i partner territoriali e creando così opportunità di incontro e di business per i produttori”.

Seguici sui nostri canali
Necrologie