La Mostra del Bitto è un patrimonio per tutti

Il consorzio di tutela formaggi Valtellina Casera e Bitto ribadisce l'importanza degli investimenti per la manifestazione.

La Mostra del Bitto è un patrimonio per tutti
07 Luglio 2017 ore 09:51

Interviene il Consorzio di tutela dei formaggi Valtellina Casera e Bitto

L’importanza della Mostra del Bitto di Morbegno

Un valore intrinseco e un indotto che vanno ben oltre il settore zootecnico, un patrimonio che è dell’intera provincia, di tutti i cittadini, del sistema economico locale con positivi risvolti in termini di richiamo turistico e di notorietà del marchio Valtellina. La Mostra del Bitto di Morbegno è la più importante manifestazione fieristica provinciale. Il presidente del Consorzio di tutela dei formaggi Valtellina Casera e Bitto Vincenzo Cornaggia, nel corso dell’ultima riunione del Comitato organizzatore, ha sottolineato questi aspetti ed evidenziato l’importanza di un impegno corale di enti pubblici e operatori privati.

Le ricadute della manifestazione sono provinciali

«Da alcuni anni come Consorzio ci siamo fatti carico dell’organizzazione – sottolinea Cornaggia – poiché fa parte della nostra storia di agricoltori e allevatori ma la sua rilevanza investe tutta l’economia provinciale. Ci rendiamo conto della situazione di grande incertezza sul fronte delle risorse economiche, ma i soldi spesi per l’organizzazione della manifestazione rappresentano un investimento per il territorio, con ricadute evidenti nell’immediato e nel medio periodo. A beneficiarne sono innanzitutto Morbegno e il suo comprensorio ma non solo, perché il richiamo della Mostra del Bitto ha conseguenze positive sull’intera provincia. Per questi motivi confidiamo di riuscire a chiudere a breve il budget necessario per organizzare un’edizione della manifestazione all’altezza della sua fama».

Proseguono i preparativi per l’edizione 2017

Le incertezze legate ai contributi pubblici hanno causato un rallentamento nell’operatività del Comitato organizzatore e il progetto per l’edizione 2017 della manifestazione è tuttora in corso di definizione. «Da parte nostra – conclude il presidente Cornaggia – c’è la volontà anche per quest’anno di coordinare l’organizzazione ma l’unità d’intenti da parte di tutti i componenti del Comitato organizzatore è fondamentale. Contiamo anche sul supporto di partner privati che potrebbero sostenere una manifestazione che richiama trentacinque mila persone ricavandone in visibilità e notorietà per le proprie attività economiche».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia