La Val Codera diventa set per il cinema italiano

La storia dei giovani scout che aiutavano gli ebrei a fuggire in Svizzera

La Val Codera diventa set per il cinema italiano
Cultura Valchiavenna, 27 Luglio 2018 ore 10:54

Inizieranno il 10 agosto le riprese del film dal titolo Aquile Randagie.

In Val Codera le riprese del film Aquile Randagie

Aquile randagie erano giovanissimi scout milanesi e monzesi che clandestinamente si riunivano nell’isolata Val Codera e aiutavano gli ebrei a scappare in Svizzera. Le riprese inizieranno in Val Codera il 10 agosto, “Il cinema può diventare luogo di promozione del territorio e di riflessione su di esso – ha spiegato Francesco Lo Savio, amministratore delegato di Finzioni Cinematografiche, al portale quatarobpavia.it -.Ci pare che i film italiani siano pochi, ma l’anno scorso sono stati più di cento. Ancora prima di iniziare le riprese siamo certi dell’interesse del pubblico poiché questa storia è leggendaria per il mondo scout. Spesso i gruppi scout ripercorrono il percorso delle Aquile Randagie. Abbiamo già preso accordi con due case di produzione nordamericane per la distribuzione del film oltreoceano”.

Necrologie