L'ecologia al centro de Le Altre Note

Torna il festival con 40 concerti in tre quarti della Valtellina e qualche scappata a Poschiavo

L'ecologia al centro de Le Altre Note
Cultura Alta Valle, 26 Luglio 2018 ore 06:48

Il  lavoro che sta dietro alla preparazione della nona edizione del Valtellina Festival Le Altre Note, rassegna di musica da camera in programma dal 1 agosto all’8 settembre su tre quarti del territorio valtellinese con qualche uscita a Poschiavo.

Ecologie

Lo si capisce dal filo conduttore di quest’anno – Ecologie - che rivela la necessità di approcci interdisciplinari per la salvaguardia dell’ambiente, e dall’entità degli attori grazie ai quali per i fratelli Francesco Parrino direttore artistico e Stefano Parrino presidente dell’Associazione Le Altre Note é stato possibile superare se stessi per impegno, passione e soprattutto affetto verso la loro terra di origine, la Valtellina.

Laboratorio culturale

Un grazie particolare lo riservano al Comune di Valdidentro rappresentato dal vicesindaco Claudia Martinelli, considerato il cuore della manifestazione, che si trasformerà in un laboratorio culturale ospitando nelle aule delle scuole di Isolaccia dal 20 al 31 agosto la Masterclass con oltre 70 studenti provenienti da tutto il mondo (10 dalla Valdidentro) che seguiranno 14 diversi corsi musicali e faranno risuonare i luoghi attorno, dedicati alla Cima Piazzi.

Valdidentro internazionale

Una Valdidentro crocevia di artisti internazionali, attori in un Festival non solo valtellinese ma internazionale, che darà il meglio di sé grazie al Ministero per i beni e le attività culturali, la provincia di Sondrio e la Provincia Autonoma di Bolzano, l’Ambasciata britannica – di Spagna - della repubblica di Bulgaria e Svizzera, il Consolato Generale di Francia e l’Istituto Francese, il Conservatorio di Como, il Parco Nazionale dello Stelvio, la Comunità Montana Valtellina di Sondrio e di Tirano, l’Azienda di Promozione Turistica di Livigno, il Consorzio Turstico Valtelina Terziere Superiore, BIM, Fondazione Gruppo Credito Valtellinese, Museo d’Arte Casa Console di Poschiavo, Regione Lombardia, i Comuni di Bianzone - Bormio - Buglio in Monte - Castione Andevenno – Chiavenna - Chiesa in Valmalenco - Grosio - Sernio -Teglio - Tresivio - Valdidentro- Valdisotto – Valfurva – la Proloco di Valfurva, l’Associazione Pensieri Sonori di Valdisotto, le biblioteche di Grosio e Livigno, Ersaf Ente regionale per i Servizi all’Agricoltura e Foreste, il Santuario Madonna di Tirano, l’Associazione Incontri di Civiltà Onlus, il Rotary Club Bormio Contea, il Touring Club Italiano, l’Automobilistica Perego, Aido Bormio e Valli, la banda musicale Santa Cecilia di Valdidentro, Anffas di Sondrio, Autotorino, Bormio Terme, Cavalli Musica, Cima Bianca meublé cafeteria di Bormio, Levissima, l’Olio degli Avi del Belice, Miramonti Park Hotel e Vacanze Antonioli di Bormio, Rigamonti, Edicola Rinaldi di Tirano, Salvi harps, Sci Estivo Passo Stelvio, Studio Cavazzi di Bormio, i mediapartners Centrovalle Netweek – Radio Marconi e Telemonteneve.

40 concerti per Le ALtre Note

I concerti saranno 40  e valorizzeranno location prestigiose di un territorio che si fida e investe in cultura, l’elemento agglomerante. Ad aprire i giochi il 1 agosto l’orchestra Rossini di Pesaro nella chiesa di Premadio, Valdidentro. ”Vi ospitiamo ancora volentieri – dice il vicesindaco Martinelli – il tema Ecologie ben si sposa col nostro contesto che qui trova l’espressione migliore della natura“. Le fa eco Francesco Parrino. “La nostra musica può trasmettere la voce della natura, il rumore del tempo, anche i suoni più smarriti di cui fare memoria, che ascolteremo per fare la nostra battaglia culturale, cercando di sensibilizzare a preservare l’ecologia tutti assieme in armonia”

Necrologie