Cultura
Valdidentro

Sarà visitabile fino al 30 settembre la mostra documentario sulla strada dello Stelvio

Alle Ferriere Corneliani di Premadio a cura della Società Economica Valtellinese e del Parco.

Sarà visitabile fino al 30 settembre la mostra documentario sulla strada dello Stelvio
Cultura Alta Valle, 06 Settembre 2022 ore 07:00

Sarà visitabile fino al 30 settembre alle Ferriere Corneliani di Premadio, direttamente dal Politecnico di Milano, la mostra documentario sulla strada dello Stelvio, che contiene tavole e documenti inediti, ad esempio il progetto di un forte sopra la galleria dei Bagni Vecchi non realizzato, a cura della Società Economica Valtellinese, presieduta da Benedetto Abbiati, e del Parco Nazionale dello Stelvio, mirabilmente composta dagli studenti delle scuole superiori della Provincia di Sondrio, coordinati dalla storica Cristina Pedrana Proh e da Maria Carla Fay docente del liceo Donegani del capoluogo valtellinese e responsabile del progetto.

Abbiati

Così Abbiati. "Una mostra per riappropriarsi della storia; vedere giovani comporre pannelli è emozione; a loro il compito di andare nel mondo a divulgare le proprie radici, ricostruite, e la bellezza di questi luoghi". L’ingegnere Donegani costruì la strada in soli 9 mesi effettivi; per lui nulla era impossibile. Grande rigore intellettuale, sensibilità, dinamismo di un ingegnere territoriale, un illuminista moderno. Così Angela Martinelli, responsabile di FerrierArte. "La gente può crescere grazie all’amicizia: cosa c’è di più importante di una strada per incontrare l’altro?". Donegani fece non solo la strada dello Stelvio, anche quella di Lecco e dello Spluga. Durante l’esecuzione dei lavori 3000 operai, di cui la metà donne, accompagnate da mariti, figli, fratelli; tante varianti progettuali, gallerie in legno, tanti gli aspetti umani valutati, come l’oratorio di San Ranieri, custodito da don Carlo Filippo Nesini.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie