Fase 2

Aiuti e sostegno alle attività economiche, in arrivo finanziamenti per 420 mila euro

Li ha stanziati la Camera di Commercio rimodulando il proprio programma promozionale alla luce dell'emergenza.

Aiuti e sostegno alle attività economiche, in arrivo finanziamenti per 420 mila euro
Sondrio, 14 Maggio 2020 ore 15:54

Ben 420 mila euro per gli operatori economici di Valtellina e Valchiavenna che affrontano la difficile fase della ripresa dell’attività dopo il lungo stop imposto dall’emergenza “Covid-19”: a metterli a disposizione è la Camera di Commercio di Sondrio che, consapevole delle difficoltà che incontra il sistema locale, ha rivisto il proprio programma promozionale ed ha così recuperato importanti risorse economiche da destinare alle imprese. Il pacchetto di aiuti si sviluppa attraverso tre strumenti: 170 mila euro per contributi in conto interessi per le imprese che attivano prestiti sul bando “FAICredito”; 150 mila euro garantiti nell’ambito dell’Accordo territoriale sottoscritto con enti pubblici, associazioni di categoria, banche e consorzi fidi; 100 mila euro per il bando “Safe working”, che finanzia le spese sostenute in materia di sicurezza.

Stanziati 420 mila euro, parla la presidente della Cciaa

“Le fasi iniziali di questa ripresa si presentano particolarmente delicate in molti comparti economici, seppure con dinamiche diverse – sottolinea la presidente Loretta Credaro -, ma per tutti pesa la mancanza di liquidità. Abbiamo scelto di intervenire con misure subito efficaci, stringendo al massimo i tempi, per dare risposte immediate. Non c’è tempo da perdere perché gli operatori sono impegnati da un lato a ripianare le perdite causate dai mancati incassi e dal blocco di commesse e appalti, dall’altro ad affrontare spese per adeguarsi alle nuove norme in materia di sicurezza e distanziamento. È un periodo difficile, che mette a dura prova la resistenza dei nostri imprenditori, ma dobbiamo uscirne, garantendo tutto il supporto possibile”.

Il bando “FaiCredito”

Nello specifico, la Camera di commercio di Sondrio ha destinato 170 mila euro al cofinanziamento del bando “FAIcredito – Fondo abbattimento interessi”, una misura straordinaria varata insieme a Regione Lombardia e camere lombarde per la liquidità delle micro, piccole e medie imprese. Le imprese possono contare su contributi per l’abbattimento degli interessi (il 3%, fino ad un massimo di 5 mila euro) e delle commissioni fideiussorie (il 50%, fino a 1.000 euro). Grazie al cofinanziamento regionale, le risorse a disposizione delle imprese della provincia di Sondrio sono pari a circa 215 mila euro.

L’accordo territoriale

Sempre in materia di liquidità, vi sono importanti opportunità contenute nell’Accordo territoriale condiviso nei giorni scorsi con Regione Lombardia, Provincia di Sondrio, Bim, Comune di Sondrio, Coldiretti Sondrio, Confartigianato Sondrio, Confindustria Lecco-Sondrio, Unione del Commercio Turismo e Servizi Sondrio, Confcooperative, Banca Popolare di Sondrio, Credito Valtellinese, UBI Banca, Asconfidi Lombardia e Confidi Systema, al quale la Camera di Commercio partecipa con un duplice ruolo. Economicamente mettendo a disposizione 150 mila euro, operativamente gestendo una misura di finanziamento ai consorzi fidi. Questo intervento consentirà agli imprenditori di beneficiare di condizioni particolarmente vantaggiose non soltanto per quanto riguarda i tassi di interesse applicati ma anche per commissioni e spese di istruttoria. Lo stanziamento iniziale di 150 mila euro, sarà integrato sulla base di ulteriori stanziamenti da parte degli enti pubblici che partecipano all’accordo. Sono previsti finanziamenti per nuova micro liquidità fino a 25 mila euro, per liquidità con un massimo di 150 mila euro e per riequilibrio finanziario e liquidità per un importo erogabile fino a 250 mila euro. Con il primo stanziamento disposto dalla Camera di commercio e che sarà attivato entro breve si stima di poter assistere circa 400 operazioni di prestito.

Il bando “Safe working – Io riapro sicuro”

La Camera di Commercio parteciperà inoltre con 100 mila euro al bando “Safe working – Io riapro sicuro”, di imminente apertura, sempre in collaborazione con Regione Lombardia e camere di commercio lombarde, con contributi a fondo perduto a copertura delle spese per gli investimenti sostenuti in materia di sicurezza anti “Covid-19”. Anche per questa iniziativa, come per il bando “FAI Credito”, le risorse messe a disposizione dalla Camera di commercio saranno aumentate proporzionalmente grazie alle risorse rese disponibili da Regione Lombardia, fino a raggiungere un importo complessivo stimato in 3-400 mila euro.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia