Banca Popolare Sondrio, l'utile supera i 112 milioni

Cresce del 6,74% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno

Banca Popolare Sondrio, l'utile supera i 112 milioni
Economia 09 Novembre 2017 ore 17:34

Supera i 112 milioni di euro l'utile netto della Banca Popolare Sondrio. E' in crescita del 6,74rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Banca Popolare Sondrio: la trimestrale

Il CdA della Banca Popolare Sondrio ha approvato oggi i risultati di bilancio al 30 settembre. Tutti gli indicatori sono positivi. A cominciare dall'utile netto che ammonta a 112,341 milioni. Un risultato che sarebbe ammontato a circa 131 milioni di euro (+24,6%) in assenza dei contributi straordinari legati alla stabilizzazione del sistema bancario. Nel periodo di riferimento sono stati pari  a 28,048 milioni  al lordo dell’effetto fiscale. Contibuti che si aggiungono a quelli ordinari con medesima finalità pari a 15,491 milioni.

La raccolta

La raccolta diretta segna 30.333 milioni con un calo dell'1,94% sul 31 dicembre 2016 e un aumento del 5,3% su base annua. La raccolta indiretta si attesta a 29.802 milioni, in crescita del 4,9% sul 31 dicembre 2016. Quella assicurativa somma 1.327 milioni, più 4,83% sul 31 dicembre 2016. La raccolta complessiva da clientela si posiziona quindi a 61.462 milioni in aumento dell'1,41% sul 31 dicembre 2016.

Gli impieghi

crediti verso clientela sommano 25.414 milioni, con una crescita dello 0,4% su fine 2016 e del 4,17% su base annua. crediti deteriorati netti ammontano a 2.207 milioni, in calo del 7,34%. Costituiscono l’8,69% del totale dei crediti rispetto al 9,41% di fine 2016. La copertura è del 48,9% rispetto al 46,17% del 31 dicembre 2016Nell'ambito dei crediti deteriorati, le sofferenze nette segnano 767 milioni (-0,16%) e ne decresce leggermente l’incidenza sul totale crediti, che passa al 3,02dei crediti verso clientelaIl grado di copertura delle sofferenze è del 65,3% rispetto al 63,43% del 31 dicembre 2016

Brilla anche il servizio internazionale

Con una forte propensione allo sviluppo e all’innovazione e supportato da una dinamica rete periferica e dalle altre componenti del Gruppo, il settore internazionale registra sensibili incrementi nelle quote di mercato. Cresce sia in ambito mercantile come pure in quello dei servizi. E lo fa non solo tra la clientela più tradizionale, ma anche presso grandi corporate e controparti istituzionali di primaria importanza. Le connesse risultanze economiche risultano in soddisfacente aumento. 

I coefficienti patrimoniali

coefficienti patrimoniali al 30 settembre 2017, calcolati sulla base dei fondi propri, risultano significativamente superiori rispetto ai livelli minimi fissati dall’Autorità di vigilanza per il Gruppo Bancario Banca Popolare di Sondrio. Più in dettaglio, il CET1 Ratio, il Tier1 Ratio e il Total Capital Ratio si posizionano (in regime di Phased in) su valori percentuali pari rispettivamente all’11,59%, all’11,62% e al 13,77%. Detti coefficienti riflettono l’utilizzo dei metodi standard di ponderazione del rischio di credito in quanto i modelli di rating interni, non essendo allo stato attuale validati, non trovano applicazione ai fini del calcolo dei ratios di adeguatezza patrimoniale.

Fiducia per il futuro

Quanto alla prevedibile evoluzione, il perdurare della politica monetaria espansiva della BCE non potrà che riflettersi sul margine di interesse. A fronte di ciò, si renderà necessaria unlimatura del costo della raccolta.  Considerato il positivo momento congiunturale, è legittimo attendersi una conferma del miglioramento della qualità del credito, così come il permanere sui mercati di un clima di fiducia. Fatti salvi eventi allo stato imprevedibili, si ritiene pertanto che l’ultimo trimestre dell’anno potrà essere in linea con le dinamiche fin qui evidenziate dal Gruppo. 

Necrologie