Campagna Amica a supporto della sana alimentazione nelle scuole

Per ora al progetto hanno aderito 15 istituti

Campagna Amica a supporto della sana alimentazione nelle scuole
Economia 30 Giugno 2018 ore 14:06

Sono più di duemila gli alunni delle Scuole primarie di Sondrio e provincia che, a partire dal prossimo anno scolastico 2018/2019, saranno protagonisti del progetto “Una sana e corretta alimentazione nelle scuole” al quale, finora, hanno già aderito 15 istituti.

Campagna Amica

L’iniziativa, sviluppata dall’ufficio Campagna Amica di Coldiretti in collaborazione con Coldiretti Donne Impresa e Coldiretti Giovani Impresa, è stata accolta con grande entusiasmo dal dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale (UST) di Sondrio, Fabio Molinari. Grazie al supporto di esperti e agricoltori Coldiretti, il percorso si articolerà attraverso una serie di lezioni e incontri in aula ma non mancheranno le attività “sul campo” e le visite guidate ad aziende e cooperative del territorio.

Incontro da mondo della scuola e quello dell'agricoltura

"L’incontro fra mondo della scuola e mondo dell’agricoltura è un passaggio fondamentale per sensibilizzare i ragazzi ai valori della sana alimentazione, della tutela ambientale e dello sviluppo sostenibile – dichiara il dirigente dell’UST, Fabio Molinari –. Riscoprire i sapori autentici e genuini del passato è quanto di più salutare per il loro futuro ma è anche un’occasione importante per avvicinarli al territorio come luogo d’identità e appartenenza. La vocazione agricola della Valtellina rappresenta un punto di forza per il territorio ed è importante che i giovani entrino in contatto con questa realtà anche attraverso esperienze didattiche “alternative”. Del resto sono convinto che la teoria trovi il suo compimento perfetto solo se unita alla pratica".

Validi spunti di riflessione

"Non rimango stupita delle numerose adesioni raccolte dalle scuole di tutta la provincia perché il progetto è molto ben articolato e può offrire validi spunti di riflessione per i bambini di varie età, dai più piccoli ai più grandicelli – aggiunge la referente del progetto, Marcella Fratta –. Circa duemila giovani studenti della nostra provincia avranno l’occasione di confrontarsi con quello che la natura può offrire per una sana alimentazione e per uno stile di vita rispettoso della natura e delle tradizioni locali".

Necrologie