Economia
temi fondamentali

Congresso Provinciale della FLAI CGIL di Sondrio: tante le sfide per il 2023

A Sondrio si sono riuniti gli esponenti del sindacato nella giornata del 15 dicembre.

Congresso Provinciale della FLAI CGIL di Sondrio: tante le sfide per il 2023
Economia 16 Dicembre 2022 ore 14:06

Il 15 dicembre si è svolto il Congresso Provinciale della FLAI CGIL di Sondrio.

Temi fondamentali

Riportiamo qui di seguito il comunicato diffuso a termine dell'incontro.

Il Congresso Provinciale della FLAI CGIL di Sondrio conclusione dei propri lavori assume la relazione del Segretario Generale Valter Rossi, i contributi emersi nel dibattito e gli interventi della CGIL di Sondrio, della FLAI Nazionale e della Flai Lombardia.

Il Congresso impegna la CGIL e la FLAI CGIL, ad ogni livello, a mantenere alta l’attenzione su temi come l’uguaglianza, la giustizia, i diritti, la legalità e la dignità della persona, l’inclusione ed il rispetto reciproco, la solidarietà, l’antifascismo.

Il congresso condanna senza se e senza ma, l’azione di guerra intrapresa dalla Russia e auspica una maggior azione della comunità internazionale anche nei confronti dell’Iran affinché il popolo Iraniano possa potersi esprimere in un contesto di libertà e di rispetto dei diritti umani.

Occorrono politiche tese a riequilibrare la distribuzione delle ricchezza prodotte nel nostro paese, attraverso azioni mirate.
Le entrate fiscali sono rappresentate da lavoro dipendente e pensioni per l’83% del totale.
Contemporaneamente l’evasione fiscale produce ogni anno circa 100 miliardi di mancati introiti nel bilancio dello stato.

E’ indispensabile una riforma fiscale rivolta da subito al rilancio dei consumi, attraverso la riduzione della tassazione sul reddito da lavoro dipendente e da pensione intervenendo sulle detrazioni.

E’ indispensabile immediatamente un intervento secco sulla decontribuzione che permetta il recupero di almeno il 5% dei salari.

Occorre dal 1° gennaio 2023 prevedere la detassazione piena degli aumenti contrattuali che verranno definiti nei contratti nazionali.
E’ necessario un intervento anche sulle Grandi Ricchezze oltre che un reale recupero degli extra profitti che molte società di produzione dell’energia stano realizzando.

La piaga del lavoro precario deve finire.

Il Congresso ritiene non più rinviabile una riforma del mercato del lavoro che preveda come uniche modalità di accesso al lavoro dipendente il contratto a tempo indeterminato e per i giovani l’apprendistato.

E’ necessario limitare nelle aziende produttrici di beni materiali l’utilizzo dell’appalto alle sole attività di sanificazione e pulizia.

L’ampliamento dell’utilizzo dei voucher sui luoghi di lavoro ed in particolare nel settore agricolo, precarizza ulteriormente il mondo del lavoro senza alcun motivo e riduce i diritti contrattuali e previdenziali dei lavoratori e delle lavoratici più fragili in settori dove già è forte la presenza di lavoro irregolare e di illegalità.

Per questo si chiede l’abolizione di quanto il governo si appresta a varare con la legge di bilancio 2023. Teglio 15 dicembre 2022.

 

Seguici sui nostri canali
Necrologie