Corretta alimentazione nelle scuole, Coldiretti e Campagna Amica scendono in campo

L’iniziativa ha preso il via lo scorso 13 marzo attraverso una serie di proposte formative condivise dall’Ufficio Scolastico Territoriale e proseguirà fino al mese di giugno.

Corretta alimentazione nelle scuole, Coldiretti e Campagna Amica scendono in campo
Economia Sondrio, 22 Marzo 2019 ore 09:33

Promuovere le corrette abitudini a tavola, la conoscenza della stagionalità e dell’origine del cibo, a cominciare dai prodotti del territorio, e avvicinare i bambini al mondo rurale. Sono alcuni degli obiettivi del progetto “Stili di vita, sana e corretta alimentazione nelle scuole”, promosso da Coldiretti Sondrio e Campagna Amica, che quest’anno coinvolgerà oltre 2.300 studenti di 24 primarie della provincia.

Etichetta dimmi la verità

L’iniziativa ha preso il via lo scorso 13 marzo attraverso una serie di proposte formative condivise dall’Ufficio Scolastico Territoriale e proseguirà fino al mese di giugno con la partecipazione di Donne Impresa e Giovani Impresa Coldiretti, in collaborazione con Ats della Montagna, Fondazione Fojanini e Apas. Tanti i temi affrontati in aula o presso aziende e cooperative del territorio, attraverso percorsi didattici come ad esempio: “Etichetta: dimmi la verità, nient’altro che la verità”, “Dal chicco di grano saraceno al pizzocchero”, Mettiamo in moto il nostro corpo... ma il carburante qual è?” e “L’uva e tutte le sue virtù”.

Non scordiamoci da dove viene il cibo

“Facendo la spesa solo al supermercato – spiega la Presidente di Coldiretti Sondrio, Silvia Marchesini – si rischia di dimenticare da dove arriva e come viene prodotto il cibo che ogni giorno portiamo in tavola. Questo vale soprattutto per le nuove generazioni: ecco perché riteniamo importante far recuperare ai bambini il contatto con la terra e con chi la coltiva”.

LEGGI ANCHE: Formazione professionale in Valtellina, Confartigianato e Ufficio Scolastico a confronto

Missione importante

“Sono molto contento del successo che questa iniziativa sta riscuotendo fra gli alunni e i docenti – aggiunge il dirigente dell’UST, Fabio Molinari –. Avvicinare il mondo della scuola a quello dell’agricoltura è fondamentale soprattutto in un territorio ricco di risorse ed eccellenti realtà produttive come la provincia di Sondrio. Ritengo che, sensibilizzare i giovani ai valori della sana alimentazione, della tutela ambientale e dello sviluppo sostenibile, oggi sia una missione davvero importante”.

Tutta la Valtellina

Gli alunni coinvolti nel progetto frequentano gli Istituti Comprensivi di Samolaco, Novate Mezzola, Delebio, Traona, Morbegno, Talamona, Berbenno, Sondrio Centro, Sondrio Paesi Retici, Pio XII, Teglio, Tirano e Sondalo. Nella prima settimana le lezioni hanno interessato la scuola “Montalcini” a Montagna in Valtellina, la “Cederna” a Montagna Piano, la “G. Rodari” a Poggiridenti, la primaria di Sondalo e quella di Bianzone. Nei mesi di marzo, aprile e maggio, le lezioni proseguiranno nei vari plessi della provincia fino alla festa di chiusura del progetto che si svolgerà a giugno.

Necrologie