Economia
Finanziamenti

Dalla Regione risorse per tre progetti turistici in Valtellina e Valchiavenna

Il contributo ammonta complessivamente a 250 mila euro.

Dalla Regione risorse per tre progetti turistici in Valtellina e Valchiavenna
Economia Sondrio, 10 Novembre 2021 ore 04:54

Sono 3 i progetti di Comuni ed enti della provincia di Sondrio finanziati da Regione Lombardia nell’ambito della terza edizione del bando “Viaggio #inLombardia”, per un contributo regionale di 250.880 euro. A livello regionale, sono 13 quelli selezionati, per un contributo complessivo di 1 milione e 160 mila euro. L’obiettivo della misura è la realizzazione di progetti per la promozione di itinerari turistici che si snodano tra le principali città lombarde e le destinazioni “fuori porta”, anche in vista dei prossimi grandi eventi internazionali.

Viaggio #inLombardia sostiene il turismo nei territori

“Regione Lombardia sostiene il turismo dei territori e lo fa con una misura, ‘Viaggio #inLombardia’, particolarmente apprezzata dai Comuni e dagli enti territoriali – dice Lara Magoni, assessore regionale al Turismo, Marketing Territoriale e Moda -. Un progetto che mira alla valorizzazione delle eccellenze locali, dai piccoli borghi alle città, unendo luoghi ed itinerari per far scoprire ai visitatori tradizioni, sapori, arte e cultura di una Lombardia che rinasce anche grazie alle sue bellezze. Il grande attrattore turistico è la fruibilità dei luoghi in una sinergia vincente delle unicità lombarde con i prodotti tipici locali, artigianali ed enogastronomici. Pensando ad eventi come Bergamo e Brescia Capitale Italiana della Cultura 2023 e i Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali Milano-Cortina 2026, dobbiamo favorire la nascita e la condivisione di buone pratiche nell’ambito della ricettività e dell’offerta turistica, per una Lombardia da vivere sempre, tutto l’anno”.

Il progetto della Valchiavenna

Il progetto “Il Green-Tour in Valchiavenna, da Milano al cuore delle Alpi: percorsi tra storia ed attualità” vede come enti proponenti i Comuni di Piuro, Campodolcino, Chiavenna, Madesimo, Novate Mezzola, Verceia, la Comunità Montana della Valchiavenna. L’itinerario ripropone antichi percorsi, integra città e montagna, con mobilità “green” e nasce dal bisogno di rigenerare e favorire la conoscenza del patrimonio naturale culturale e identitario. Un’esperienza in cammino tra borghi, storia e tradizioni che ripropongono antichi transiti ed emozioni fra passato e presente, fra natura e sport. Il contributo regionale ammesso è di 99.900 euro.

I due progetti tra Sondrio, Castione e la Valmalenco

Il secondo progetto si intitola “Nel cuore delle Alpi tra Sondrio e Valmalenco: il percorso mineralogico e la Via del Latte”. E’ promosso dai Comuni di Lanzada e Sondrio. Per approfondire la conoscenza dei minerali della Valmalenco viene promosso un primo itinerario “La Montagna da dentro”, percorso mineralogico che parte dal Museo dei minerali della Valtellina e Valchiavenna di Sondrio e termina al Museo mineralogico di Lanzada. La Valmalenco ed in particolare il Comune di Lanzada è anche terra di alpeggi: conta infatti ben 68 alpeggi e 117 malghe. Alla filiera zootecnica che crea piccole produzioni di alta qualità è dedicato il secondo itinerario – la Via del latte: in giro per alpeggi - che porta alla scoperta degli alpeggi di Lanzada (aperti alle visite) per toccare con mano un’attività tipica della cultura di montagna e degustare i prodotti lattiero-caseari. Totale contributo regionale ammesso: 83.780 euro.

Infine, il progetto “Percorso Di-Vino”, proposto dai Comuni di Sondrio e Castione Andevenno. L’obiettivo è rilanciare la rete di percorsi che connette Sondrio e dintorni con il paesaggio vitato. L’approccio è raccontare in chiave multicanale un itinerario con rilevanze enogastronomiche, naturalistiche, storiche, religiose. Mettendo a disposizione contenuti informativi e servizi logistici utili anche a connettere le realtà produttive e ricettive. Contributo regionale ammesso: 67.200 euro.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie