Servizi

Epaca Sondrio, il punto sui nuovi obiettivi nelle giornate che hanno ricordato Fancoli

Il responsabile Cristian Tarabini fa il punto sui servizi svolti e su quelli ai quali si punta nel futuro

Epaca Sondrio, il punto sui nuovi obiettivi  nelle giornate che hanno ricordato Fancoli
Economia Sondrio, 14 Settembre 2021 ore 11:30

Un bilancio positivo e nuovi obiettivi per il Patronato Epaca di Coldiretti Sondrio, a poco più di un anno dall’insediamento del nuovo responsabile Cristian Tarabini. Se ne è parlato nei giorni scorsi, a margine delle iniziative che hanno voluto innanzitutto ricordare lo storico predecessore Fabio Fancoli, importante punto di riferimento “non solo per chi ruota al mondo dell’agricoltura, ma per l’intera comunità civile della nostra provincia” come rimarca il presidente di Coldiretti Sondrio Silvia Marchesini. “La grande esperienza maturata nel campo previdenziale, unita alla sua disponibilità verso tutti ne avevano fatto una risorsa per il territorio intero: dalle amministrazioni pubbliche ai semplici cittadini che a lui si rivolgevano per le pratiche pensionistiche e non solo”.

Epaca Sondrio, un anno non solo di transizione

Poco più di sei mesi fa, a un anno dalla scomparsa, Coldiretti Sondrio aveva intitolato a Fancoli una sala al piano terra della sede di lago Sindelfingen. Un anno che, però, è stato non solo di transizione “ma denso di impegni e risultati anche a fronte di un periodo difficile e complesso come quello della pandemia” puntualizza Tarabini: “Siamo e continueremo ad essere un punto di riferimento importante per l’intera cittadinanza, grazie anche ad una presenza capillare in provincia con uffici a Morbegno, Tirano, Bormio, Sondrio e recapiti territoriali a Chiavenna, Grosio, Teglio, Livigno e molti altri. Non solo: in questo anno abbiamo siglato diverse convenzioni, alcune delle quali con rappresentanze di lavoratori come l’Ordine degli Infermieri di Sondrio o con l’Ordine dei Medici di Monza e Brianza. Ancora, uno degli obiettivi su cui si insisterà quest’anno è la ricerca di collaborazioni e confronti, anche con la parte pubblica, affinché il giusto diritto alla salute del cittadino e del lavoratore vengano riconosciuti. Va peraltro rilevato che sono molte le domande, sia di invalidità civile, sia di malattie professionali respinte a livello territoriale e poi invece accolte in sede di ricorso. Quest’ultima verifica, che speriamo tanto possa avere anche una particolare attenzione da parte degli uffici pubblici preposti, sarà pertanto effettuata con l’attenta analisi di ogni caso da parte di legali e medici legali altamente qualificati ad ulteriore garanzia del cittadino”.

Non solo pensioni ma anche previdenza e lavoro

Un aspetto sempre più importante è anche quello dell’immediatezza e dell’informatizzazione, anche sul fronte dei servizi in ambito di previdenza e lavoro: “I nostri uffici colloquiano con le banche dati degli enti eroganti le prestazioni di ambito, e con i principali di essi anche in via telematica. Per questo motivo risultiamo un interlocutore privilegiato degli Istituti e garantiamo agli assistiti un canale diretto di informazione: avvalendoci dell’accesso telematico, inoltriamo in tempo reale le richieste di prestazioni ottimizzando i tempi di trasmissione e di definizione delle domande. Inoltre, i nostri uffici garantiscono il rilascio, in tempo reale, dell’estratto contributivo dei soggetti assicurati, strumento necessario per verificare l’esistenza dei requisiti pensionistici”.

Epaca, 60 anni di storia

Ulteriore garanzia è quella di un’esperienza lunghissima: negli oltre 60 anni di storia, Epaca è divenuto una guida nella vita lavorativa di ogni individuo, dal suo ingresso nel mondo del lavoro fino all’ottenimento della pensione e oltre. “Il nostro Patronato ha saputo adeguarsi a tutte le trasformazioni normative e ai cambiamenti sociali e culturali legati al mondo del lavoro, ampliando così anche le sue capacità di intervento. Si è infatti partiti da un aiuto tradizionale che consisteva nel compilare e presentare le domande di pensione per giungere infine ad una consulenza previdenziale a 360°. E così faremo sempre più anche in futuro”.

Necrologie