Fontana Gruppo e il motorsport

La multinazionale brianzola dei fasteners vanta un lungo rapporto con il mondo dei motori

Fontana Gruppo e il motorsport
Economia 13 Settembre 2021 ore 09:02

Formula 1, Rally, Offshore, campionati nazionali ed internazionali GT: sono solo alcune delle competizioni sportive del mondo automotive che il Gruppo da tempo sponsorizza con i suoi molteplici marchi. È di casa certamente a Monza, dove in Autodromo Nazionale Monza si tiene ogni anno il Gran Premio d’Italia di Formula 1, l’appuntamento dei motori più atteso dell’anno che attira tifosi da tutte le parti d’Italia e del mondo. La sua presenza sulla pista definita da tutti il “Tempio della Velocità” è tangibile: il brand è posizionato da anni su una delle due torri di segnalazione, ovvero quella subito dopo la partenza che aveva la funzione di cronometrare i tempi dei concorrenti, e che insieme all’altra delimitano il tratto denominato “Trap Speed”, punto in cui nel 2005 il pilota Kimi Raikkonen, a bordo della sua McLaren Mercedes, raggiunse i 370 km/h in rettilineo (record assoluto nella F1) diventando così i simboli del Circuito brianzolo.

Il GP, del resto, è una manifestazione amatissima e seguita non solo da appassionati ma anche dalle tante aziende che a diverso titolo si occupano di automotive. E Fontana Gruppo rappresenta il più importante fornitore per i principali marchi automobilistici internazionali, grazie a una proposta di soluzioni di fissaggio ad altissimo valore aggiunto e sempre all’avanguardia; un risultato raggiunto in quasi 70 anni di attività, attraverso una continua ricerca e innovazione del prodotto per andare incontro alle esigenze dei suoi clienti, in costante mutamento. 

Un modo efficace di coniugare passione e business, considerando che la rilevanza mediatica delle tante iniziative che si svolgono nell’ambito dei motori su tutto il territorio italiano, diffuse su numerose piattaforme web in streaming nonché sui principali network televisivi, garantiscono a Fontana Gruppo ampia visibilità internazionale. A queste si aggiunge anche la comparsa del brand all’interno del docufilm “Ferrari 312B”, uscito nel 2017 e distribuito in oltre 50 paesi del mondo, in cui si parla di come questo mito della velocità, risalente al 1970, abbia rivoluzionato il mondo delle corse grazie al suo motore “piatto”.

4 foto Sfoglia la gallery
Necrologie