Mele in classe, la consegna agli alunni del Pio XII

Il Dirigente Ust, Fabio Molinari, e il presidente Melavì, Bruno Delle Coste, hanno incontrato gli alunni della scuola elementare “Don Lucchinetti”.

Mele in classe, la consegna agli alunni del Pio XII
Economia Sondrio, 20 Dicembre 2019 ore 16:16

Come promesso, gli oltre 7.817 alunni della scuola primaria di Valtellina e Valchiavenna, per Natale potranno gustare una mela ciascuno e del succo di mela di montagna 100% frutta.

Dono di Melavì

Un piccolo dono reso possibile grazie alla generosità della Società Agricola Melavì e dell’Ufficio scolastico territoriale di Sondrio che hanno deciso di fare fronte comune per contribuire a promuovere corretti stili di vita e un’alimentazione sana all’interno delle scuole della provincia. Questa mattina, venerdì 20 dicembre, il Dirigente Ust, Fabio Molinari, e il presidente Melavì, Bruno Delle Coste, hanno infatti incontrato gli alunni della scuola elementare “Don Lucchinetti” fra le aule dell’Istituto paritario Pio XII di Sondrio per la consegna dei prodotti e per il consueto scambio di auguri, alla presenza del rettore Francesca Cannizzaro e di diversi insegnanti. Contestualmente, tutti gli alunni degli Istituti comprensivi della provincia, riceveranno una fornitura di circa 1.600 litri di succo e una mela ciascuno per un totale di 1.000 kg di mele.

LEGGI ANCHE: Lettera a Babbo Natale del Dirigente Scolastico Fabio Molinari

Prodotti locali

«Sono orgoglioso di questa iniziativa che consentirà ai ragazzi di approfondire, oltre che degustare, la conoscenza dei prodotti locali – ha dichiarato il dirigente Ust, Fabio Molinari –. Si tratta di un piccolo gesto reso possibile grazie alla generosità di Melavì e approfitto dell’occasione anche per augurare a tutti un sereno Natale e buone feste». «Mi ha fatto molto piacere tornare in mezzo ai giovani e vedere il loro entusiasmo di fronte alla novità – ha aggiunto il presidente Melavì, Bruno Delle Coste –. I bambini hanno assaggiato i nostri prodotti e dimostrato un grande apprezzamento. Sono felice che anche la direttrice abbia espresso la sua soddisfazione di fronte a prodotti di provenienza esclusivamente locale così come gli insegnanti».

Necrologie