Menu
Cerca

Nuova iniezione di fondi per gli sport di montagna

Economia 29 Giugno 2018 ore 15:52

Approvate nella seduta di giunta regionale tenutasi ieri, i criteri 2018 per l’assegnazione dei contributi a fondo perduto che permetteranno la gestione e il potenziamento degli impianti sportivi e delle piste da sci dotate di produzione di neve artificiale sul territorio lombardo.

Aiuto

“In questi primi cento giorni di mandato ho visitato tante realtà sportive lombarde ed ho potuto cogliere le loro reali esigenze. Con questo provvedimento Regione intende andare incontro alle imprese, pubbliche o private, in difficoltà o in stato di fallimento, ma soprattutto agli sportivi e alle famiglie dei ragazzi che quotidianamente praticano sport ad ogni livello”. Lo ha detto l’Assessore allo Sport e Giovani di Regione Lombardia, Martina Cambiaghi, presentando le delibere della Giunta Regionale dedicate allo Sport e ai Giovani.

9,4 milioni

“Rispetto al passato abbiamo voluto premiare la territorialità. Otto milioni di euro saranno destinati al bando per gli impianti sportivi e 1,4 milioni di euro saranno invece finalizzati al funzionamento degli impianti di risalita e di innevamento artificiale”, ha sottolineato Martina Cambiaghi.

Attrattività

"Grazie alla sensibilità verso le esigenze della montagna e alla costante e fattiva interlocuzione con il territorio - ha commentato l'Assessore alla Montagna, agli Enti locali e ai Piccoli Comuni, Massimo Sertori - Regione Lombardia eroga un contributo finanziario che permetterà di rendere più attrattiva l'offerta turistica in montagna e agevolare la pratica degli sport invernali sulla neve “. “Si tratta di un aiuto tangibile per il funzionamento delle infrastrutture sportive già esistenti sul territorio montano che conferma l'impegno permanente che ha Regione nei confronti della tutela e della ricchezza del suo patrimonio “, ha continuato Sertori. "Questa è solo una prima misura - conclude l'assessore alla Montagna - perché intendiamo intervenire in maniera strutturale per cercare di dare risposte a tutte le problematiche degli impianti di risalita e dell'intero comparto montano".

Necessità del territorio

“Ci tengo particolarmente a questo sostegno perché è un aiuto concreto per lo sport e per gli sportivi. Si tratta, infatti, di un provvedimento che vuole dare risposte concrete al territorio in un momento di difficoltà economica in cui versano le amministrazioni comunale e le imprese che operano nel settore – ha sottolineato l’Assessore Martina Cambiaghi. "Un impegno - ha concluso - che intercetta il fabbisogno che non solo arriva dal territorio, ma anche dal censimento regionale degli impianti sportivi, un patrimonio che invecchia e che ha bisogno di costante e puntuale manutenzione”.

Necrologie