Economia
Il fatto

Si chiude l'integrazione di Creval in Crédit Agricole Italia (ma sulle insegna il nome resta)

A guidare la rete retail sarà Umberto Colli. Ghisellini: "In considerazione del forte radicamento sul territorio, alla storicità e al ruolo di attore chiave della Banca, per la sola provincia di Sondrio, abbiamo previsto le insegne con un riferimento al brand Creval".

Si chiude l'integrazione di Creval in Crédit Agricole Italia (ma sulle insegna il nome resta)
Economia Sondrio, 19 Aprile 2022 ore 14:10

Si chiude il processo di integrazione di Creval in Crédit Agricole Italia. Ma sulle insegne delle filiali, solo nella nostra provincia, il nome della storica banca valtellinese non sparirà. L'annuncio è stato dato oggi, martedì 19 aprile 2022.

Si chiude l'integrazione di Creval in Crédit Agricole Italia

Si conclude il processo di integrazione di Creval nel Gruppo Crédit Agricole Italia. Nel corso del conversion weekend del 23-34 aprile verrà effettuata la migrazione informatica a seguito della quale tutti i sistemi operativi interni e di distribuzione saranno uniformati a quelli della Capogruppo consentendo maggiore specializzazione e l’esclusività nella consulenza grazie anche all’utilizzo di tutte le fabbriche prodotto di Crédit Agricole presenti in Italia. L’introduzione del modello di servizio “100% umano e 100% digitale” unisce alla consulenza in filiale anche strumenti evoluti per rispondere alle nuove esigenze dei consumatori e l’operatività sempre più omnicanale.

"Nei prossimi giorni, la migrazione informatica e il completamento del processo di integrazione, segneranno il nuovo capitolo della storia di Creval in Crédit Agricole Italia - ha affermato Roberto Ghisellini, direttore generale di Creval - E’ stato un percorso positivo reso possibile grazie al contributo di tutti i collaboratori Creval, una squadra di donne e uomini che hanno garantito con professionalità e impegno il completamento della attività necessarie in tempi rapidi. La provincia di Sondrio manterrà un ruolo strategico per il Gruppo che continuerà a supportare i suoi territori e le realtà locali".

A Sondrio la sede della nuova Direzione Regionale Lombardia Nord

Dal 26 aprile, sarà operativa la nuova Direzione Regionale Lombardia Nord, cui faranno capo tutte le Filiali delle province di Sondrio, Lecco, Como, Bergamo, Brescia e - fino all’integrazione tra CA Italia e Friuladria - anche tutte le Filiali di Veneto e Trentino Alto Adige.

Per garantire alla clientela un servizio mirato alle singole esigenze è stata riorganizzata la struttura commerciale – replicando il modello di servizio utilizzato nella capogruppo Crédit Agricole Italia che punta su filiere più corte, maggiore specializzazione e diversificazione – che prevede una nuova Direzione Regionale Retail a coordinamento delle 116 Filiali e dei 7 Poli Affari il cui Responsabile sarà Umberto Colli e Vice Responsabile Dario Negri, l’Area Territoriale Banca d’Impresa guidata da Matteo Zorzet e il Mercato Private Banking Alta Lombardia guidato da Alberto Meloni.

 “Sono grato alla Direzione di Crédit Agricole per questa nomina che mi consente di continuare ad operare nella zona storica in cui Creval è nato proseguendo il dialogo e il supporto a clienti e stakeholder del territorio per realizzare insieme un percorso di crescita sostenibile”, ha dichiarato Umberto Colli, Vice Direttore Generale Vicario di Creval.

In provincia il 12% del totale dei clienti Creval e 42 filiali

Ghisellini aggiunge: "Nella sola provincia di Sondrio si contano, ad oggi, circa 70.000 clienti – pari al 12% del totale clienti Creval - 6,5 miliardi di masse amministrate, 42 Filiali, 3 Poli Affari, e una quota di mercato relativa pari al 32,5%. Da giugno 2021 in provincia di Sondrio abbiamo acquisito circa 2.000 nuovi clienti ed erogato oltre 120 milioni di finanziamenti a famiglie e imprese; numeri significativi che sottolineano l’importanza e il ruolo strategico di quest’area per il Gruppo Crédit Agricole Italia.

Per essere ancora più vicini e attenti alle necessità del territorio e in un’ottica di promuovere iniziative di interesse comune e sviluppare sinergia fra le parti coinvolte, si costituirà un Comitato Territoriale come punto di raccordo tra il Territorio e la Banca. Il Comitato sarà composto, oltre che da membri interni, anche da qualificati esponenti esterni rivenienti dall’imprenditoria e dell’associazionismo oltre a esponenti del mondo accademico e della realtà socio-economica di cui sono espressione.

Il capitale umano - che nella provincia di Sondrio è composto da oltre 700 collaboratori - rappresenta la risorsa più importante di cui disponiamo per vincere le sfide in uno scenario sempre più competitivo guidato dall’innovazione. Il Team “Next Generation”, costituitosi negli scorsi mesi, ha già selezionato ed inserito in Valtellina parte dei 500 giovani che entreranno negli organici di Crédit Agricole nei prossimi due anni. Siamo convinti che sia prioritario ricercare i candidati nei territori di origine così da trattenere i talenti in loco garantendo lo sviluppo delle competenze attraverso percorsi personalizzati volti a favorire un percorso di crescita.

L’attività di rebranding in tutte le Filiali, che inizierà nei prossimi giorni, consentirà di introdurre il valore del brand Crédit Agricole partendo da quanto di positivo viene già percepito: il cambio di paradigma portato da una grande Banca Internazionale in grado di garantire investimenti nel territorio valorizzando allo stesso tempo le sue specificità. In considerazione del forte radicamento sul territorio, alla storicità e al ruolo di attore chiave della Banca, per la sola provincia di Sondrio, abbiamo previsto le insegne con un riferimento al brand Creval".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie