Turismo in Valtellina: è nata Federalberghi Extra

Il presidente è il sondriese Marco Delvò.

Turismo in Valtellina: è nata Federalberghi Extra
Economia 06 Giugno 2018 ore 16:19

Si chiama Federalberghi Extra ed è l'ultima nata tra le categorie che fanno riferimento all'Unione Cts. Martedì il battesimo ufficiale per l'associazione che raggruppa b&b, ostelli per la gioventù, case per ferie, foresterie, locande, case e appartamenti per vacanza.

Federalberghi Extra: giovani e motivati

Giovani e motivati: è questo l’identikit dei rappresentanti di Federalberghi Extra. La loro mission, fare una mappatura del settore in Valle, tutelare e rappresentare gli interessi delle attività che vi operano, valorizzarne e farne crescere la professionalità, favorendo tra l’altro la formazione e l’aggiornamento. Il direttivo di Federalberghi Extra è risultato così composto: Luca Comi, Paola De Bianchi, Monica Dell’Adamino, Marco Delvò, Gabriella Fay, Stefania Parolo, Paolo Pescatori, Sabrina Robustelli Della Cuna, Donatella Porta, Ombretta Salari e Diana Schenatti. I consiglieri hanno dunque proceduto all’elezione del presidente, affidando questo incarico a Marco Delvò, 47 anni, attivo nel settore da 3, con una struttura in zona Scarpatetti a Sondrio.

Le parole del presidente

"Il settore dell’accoglienza – ha dichiarato Delvò - mi ha da sempre appassionato e il mio obiettivo è proporre un’offerta di qualità, con lo scopo di far conoscere e vivere il nostro territorio e la sua identità in modo autentico, svelandone le atmosfere e le bellezze, anche quelle nascoste. Il direttivo di Federalberghi Extra è composto da rappresentanti distribuiti in modo omogeneo nelle varie zone del nostro territorio. E perciò in grado di farsi portavoce delle relative istanze. In un contesto in cui stanno nascendo tanti affitta appartamenti spesso improvvisati, anche la nostra categoria sente l’esigenza tutelarsi e, tramite l’Unione Cts, diventare un punto di riferimento per far crescere la professionalità degli operatori, tenerli costantemente aggiornati e informati. E diffondere la cultura del rispetto delle regole. Invito perciò i colleghi ad associarsi numerosi".

Necrologie