Politica
Sondrio

Comune e Unione degli Istriani insieme per non dimenticare

La firma del protocollo che sancisce la collaborazione per promuovere iniziative di divulgazione e conoscenza

Comune e Unione degli Istriani insieme per non dimenticare
Politica 21 Ottobre 2021 ore 18:07

Con l'obiettivo comune di promuovere iniziative per diffondere la conoscenza dei drammi legati alle foibe e all'esodo degli italiani dall'Istria, Fiume e Dalmazia nel secondo dopoguerra, il Comune di Sondrio e l'Unione degli Istriani hanno sottoscritto stamattina un protocollo d'intesa. La firma, avvenuta in Sala consiglio, a palazzo Pretorio, suggella una collaborazione avviata da tempo che già si era concretizzata, nello scorso mese di febbraio, con la conferenza online promossa per celebrare il "Giorno del ricordo", aperta alla partecipazione delle scuole.

Accolta a Sondrio una delegazione dell'Unione degli Istriani

Il sindaco Marco Scaramellini, con l'assessore Barbara Dell'Erba e i consiglieri comunali Simone Del Marco e Giuseppe Della Cagnoletta, ha accolto il presidente Massimiliano Lacota, accompagnato dal segretario generale Raffaele Tamaro e dai coordinatori regionali Lorenzo Galli per la Lombardia e Giuseppe Sartore per la Campania.

"Vi ringraziamo di essere qui oggi - ha detto il sindaco Scaramellini rivolgendosi alla delegazione dell'Unione degli Istriani -: in questi mesi abbiamo avuto molti contatti, seppure a distanza, che ci hanno permesso di approfondire quanto avvenuto durante e dopo la Seconda guerra mondiale. Ora, la nostra volontà è di avviare un percorso di conoscenza per evitare che questa drammatica vicenda venga dimenticata".

L'assessore Dell'Erba ha ricordato le iniziative già promosse e la donazione al Comune di una serie di pubblicazioni da parte dell'Unione degli Istriani, evidenziando il comune intento di divulgare la tragedia delle foibe ma anche l'esperienza degli esuli nei campi di internamento.

"Questo legame sarà foriero di iniziative - ha affermato nel suo intervento il presidente Lacota -, in particolare per le scuole, perché per far entrare queste storie nella coscienza degli italiani bisogna cominciare dalle nuove generazioni. Il nostro compito principale è che quanto avvenuto sul confine orientale tra il 1943 e il 1947 venga ricordato in maniera organica e inserito nel contesto di quegli anni".

La mostra e l'omaggio al Parco della Rimembranza

È seguita la visita all'esposizione delle pubblicazioni donate dall'Unione degli Istriani al Comune di Sondrio, dal titolo "L'Unione degli Istriani tra storia e memoria", allestita presso la Sala mostre di palazzo Pretorio, che sarà aperta anche venerdì 22 ottobre. I libri sono conservati presso la Biblioteca "Pio Rajna" a disposizione dei cittadini per la consultazione e il prestito. La cerimonia si è conclusa con la deposizione di un cuscino di fiori al Parco della Rimembranza, sotto la targa affissa due anni fa in occasione della prima celebrazione del "Giorno del ricordo".

Necrologie