Dario Violi del Movimento 5 Stelle tenuto fuori dall'Ospedale di Morbegno

Il candidato presidente di Regione Lombardia per il MoVimento 5 Stelle non ha ottenuto l'autorizzazione dai vertici di Asst.

Dario Violi del Movimento 5 Stelle tenuto fuori dall'Ospedale di Morbegno
Politica Bassa Valle, 19 Gennaio 2018 ore 11:16

Porte chiuse all'ospedale di Morbegno per Dario VIoli, candidato alle regionali per il Movimento 5 Stelle.

Porte chiuse all'ospedale di Morbegno per il M5S

Porte chiuse all’Ospedale di Morbegno al Movimento 5 Stelle che aveva chiesto di visitare la struttura con il candidato Presidente alle elezioni regionali della Lombardia, Dario Violi.

Le dichiarazioni

"Penso che nemmeno in Corea del Nord riuscirebbero ad arrivare a tanto. Avevo chiesto di poter visitare l’Ospedale di Morbegno e i suoi reparti, con dieci giorni di anticipo e la direzione generale, accampando delle scuse, mi ha proposto di visitare solo gli uffici. E’ scandaloso che chi fa seriamente opposizione e si propone per governare la Lombardia sia stato tenuto alla porta".

Problema grave e diffuso

E prosegue: "Il problema è grave e diffuso nella Sanità Lombarda monopolizzata, grazie alle nomine, dai partiti. Abbiamo dirigenti che prendono super premi nonostante i buchi di bilancio che lasciano. L’Ospedale di Morbegno ha avuto bisogno di 50 milioni per essere risanato. I dirigenti si genuflettono solo a chi governa la regione, in attesa di essere rinominati. Quello delle nomine politiche è un problema che ha un impatto grave sulla qualità del servizio offerto".

Necrologie