Infrastrutture e sanità sono le priorità per la Valle

Se ne è parlato ieri al Tavolo Territoriale per la provincia di Sondrio.

Infrastrutture e sanità sono le priorità per la Valle
Politica 21 Maggio 2019 ore 06:50

Infrastrutture e sanità sono le priorità della nostra provincia. E' l'indicazione emersa al Tavolo Territoriale della Regione per la provincia di Sondrio svoltosi ieri, lunedì 20 maggio, l quale hanno partecipato l'assessore agli Enti locali, Montagna e Piccoli comuni Massimo Sertori; il sottosegretario alla Presidenza con delega ai Grandi eventi sportivi Antonio Rossi, e il vice segretario generale vicario di Regione Lombardia Pier Attilio Superti.

Infrastrutture e olimpiadi

Adeguamento infrastrutturale, con investimenti per le arterie stradali e un ammodernamento della
rete ferroviaria, sanità - con la massima attenzione a quella di prossimità per offrire servizi sempre più efficienti ai cittadini. E, sullo sfondo, il tema delle olimpiadi invernali del 2026 con la candidatura di Milano-Cortina che coinvolge a pieno titolo i territori della Valtellina per i quali l'assegnazione dei Giochi Olimpici potrebbe costituire un acceleratore dei progetti e delle iniziative in atto.

Le parole dell'assessore regionale Sertori

"La Valtellina - ha detto l'assessore regionale Sertori che coordinerà i lavori del Tavolo territoriale di  Sondrio - ha una straordinaria vocazione turistica ma anche forti fragilità: tra queste i fenomeni di dissesto idrogeologico e le difficoltà per i collegamenti stradali e ferroviari, nodi che stiamo affrontando con grande impegno. Lavoriamo sul primo tratto della Statale 38, sulla tangenziale di Morbegno, già realizzata e su quella di Tirano, al momento finanziata e di cui è prossimo l'avvio dei lavori, oltre al completamento della tangenziale di Sondrio: opere che riceveranno una forte accelerazione nel caso in cui la candidatura di Milano-Cortina 2026 esca vincitrice dalla seduta del Comitato Olimpico Internazionale che si riunirà il 24 giugno a Losanna".

Il sottosegretario Rossi parla di Olimpiadi

"Abbiamo confezionato un dossier di altissimo livello - ha spiegato Rossi - grazie al lavoro svolto con i sindaci e i tecnici della Valtellina. Sono emerse alcune criticità che già conoscevamo, soprattutto dal punto di vista della mobilità, ma attendiamo il 24 giugno con grande fiducia. In ogni caso, quest'area è un punto fisso tra le priorità della Regione ma è innegabile che, con l'occasione delle Olimpiadi, tutti gli interventi programmati sarebbero velocizzati. Oltre alle azioni per il potenziamento delle infrastrutture e della mobilità, insieme all'Assessorato allo Sport stiamo programmando nuovi bandi per l'impiantistica e, in ottica turistica, pensiamo a opportunità per il potenziamento dell'accoglienza e della ricettività. Sarebbe una vetrina straordinaria per dare ulteriore visibilità mondiale allo straordinario territorio della Valtellina".

Necrologie