La lettera di Mariuccia Copes: “Non siamo stati un’amministrazione precaria”

L'ex sindaco di Novate Mezzola interviene nella campagna elettorale e attacca il candidato Fausto Nonini

La lettera di Mariuccia Copes: “Non siamo stati un’amministrazione precaria”
Valchiavenna, 18 Settembre 2020 ore 09:33

“La mia non è stata un’amministrazione precaria, come affermato dal vicesindaco. Così l’ex primo cittadino Mariuccia Copes interviene , tramite una lettera aperta, nel dibattito pre elezioni amministrative a Novate Mezzola

La lettera dell’ex sindaco

“Come già dichiarato non avevo intenzione di entrare nella discussione elettorale essendo fuori dall’amministrazione comunale da un anno e mezzo. Purtroppo ho appreso che  il candidato Sindaco Nonini Fausto, presentandosi per la campagna elettorale, si è espresso in
modo poco corretto citando testualmente la mia amministrazione come, una “amministrazione precaria”.  Dopo tali affermazioni ed attacchi anche personali, non mi posso esimere da dover puntualizzare alcune cose. E’ bene che si sappia, soprattutto per il rispetto che nutro nei confronti delle persone che mi hanno affiancata costantemente nell’amministrare il Comune, per ben due mandati consecutivi, in modo onesto e concreto, che la nostra è stata tutto, tranne che “precaria” in quanto la nostra amministrazione in 10 anni è riuscita:
• a ridurre il debito pubblico pro-capite dei cittadini di Novate Mezzola da € 1006 del 2009 a € 323 del 2018, non abbiamo acceso nessun mutuo anzi estinti un paio anticipatamente per avere più margini nell’utilizzo delle risorse economiche che erano vincolate nel patto di stabilità
• a dotare il campo sportivo del Lido di un impianto di irrigazione, di una nuova illuminazione alimentata dal fotovoltaico, tribune nuove, impianto di solare termico per gli spogliatoi • a concordare l’attuale progetto in esecuzione nella zona Lido con l’allora Presidente della
Comunità Montana De Stefani più di tre anni fa e a reperire parte delle risorse, come del resto ha puntualizzato di recente sulla stampa l’attuale presidente Trussoni.
• a progettare il marciapiede dalla rotonda allo svincolo per il Lido dopo garage Penone che è stato diviso in 2 lotti per esigenze di copertura finanziaria ed il primo lotto finanziato da noi nel bilancio di previsione 2019 approvato da noi a Dicembre 2018
• a non applicare mai l’addizionale IRPEF sui redditi dei nostri concittadini come alcuni comuni a noi vicini invece fanno
• a stipulare convenzioni serie e puntuali con le ditte di escavazione, con giorni e orari ben definiti da rispettare e fatto fare finalmente i recuperi ambientali
Relativamente poi alla polemica uscita per la giostra, ritengo che anche in quell’occasione ci siano stati dei tentativi di addossare alla nostra amministrazione comportamenti non consoni “tipo il tacito assenso”. Nello specifico, il giostraio lavoratore che paga le tasse e non è un abusivo, ha sempre fatto regolare richiesta preventiva ed è stato sempre correttamente autorizzato, quindi chi non ha risposto alle sue
istanze presentate ad agosto u.s. , non è stata la mia amministrazione e soprattutto chi voleva far sgombrare la giostra, ritenendo inadeguata la locazione, ha dimenticato che lo sorso anno quando già la nuova amministrazione era in carica da mesi, la stessa è rimasta nel parcheggio della scuola per ben 3 settimane. Non mi dilungo oltre anche se di argomenti ce ne sarebbero, ma tanto dovevo, ripeto, per il rispetto di chi
con me si è dedicato per anni al proprio paese senza secondi fini. E’ bene rammentare che il precedente sindaco prematuramente scomparso, Nonini Pierangelo non ha mai fatto dichiarazioni del genere dimostrando di essere un Signore ed una persona a modo. Credo che un bagno di umiltà gioverebbe a chi ritiene di essere portatore di verità assolute, non capisco il perchè di tanta ostilità nei confronti di persone che non sono neanche antagoniste nella tornata elettorale a meno che i motivi siano di altra natura, forse motivi di interessi personali?”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia