Una lettera anonima scuote il Bim

In vista dell'assemblea sulla sfiducia inviata una missiva a tutti i sindaci

Una lettera anonima scuote il Bim
21 Luglio 2017 ore 08:04

Una lettera anonima scuote il Bim alla vigilia dell’assemblea fissata per agosto dove si voterà la sfiducia alla presidente.

Lettera anonima scuote il Bim: missiva ai sindaci

Nei giorni scorsi ha cominciato a circolare un a lettera anonima indirizzata ai sindaci della Valtellina e della Valchiavenna. La missiva è dedicata alla questione di sfiducia nei confronti della presidente Cioccarelli. E proprio all’attuale numero uno del consorzio sono riservate parole di elogio. Cioccarelli viene definita “un presidente capace, onesto, che ha avuto riconoscimenti anche a livello nazionale”. E ricorda come in Federbim, l’associazione di tutti i Bim d’Italia, le siano state riconosciute “serietà e professionalità”. Tutte qualità che la accomunano a passati presidenti. E vengono citati Valsecchi, Frizziero e Bonetti.

I partiti e il successore

Sono però le parole riservate al successore designato, Alan Vaninetti, e ai partiti quelle più dure inserite nella lettera. Al sindaco di Cosio Valtellino non vengono infatti riconosciute dall’anonimo estensore della missiva le stesse qualità di Carla Cioccarelli. Inoltre, l’autore si lamenta dell’atteggiamento dei sindaci contrari all’attuale presidente e dei partiti che puntano a sostituire Cioccarelli per mero calcolo politico. Senza tener conto di quello che il Bim rappresenta per la nostra Valle. E del fatto che è “dei cittadini e non dei sindaci o dei partiti”. E non vengono risparmiate critiche neppure all’attuale vice presidente, Fernando Baruffi, che se passerà la mozione di sfiducia continuerà a rivestire la medesima carica anche nel nuovo direttivo.

Un caso che fa discutere

Il caso sta facendo discutere il mondo della politica valtellinese al di là del fatto che l’autore della lettera è comunque anonimo. E che le accuse hanno quindi un peso limitato. Resta la tensione che accompagna l’avvicinamento all’assemblea dell’1 agosto. Quando si dovrà appunto votare la mozione di sfiducia. Sulla carta i voti per il cambio al vertice ci sono. Ma saranno tutti presenti all’assemblea che cade durante il periodo della vacanze?

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia