Meetup Valtellina & Valchiavenna 5 stelle: bene le dimissioni di Barberi

Gli attivisti prendono atto e apprezzano le dimissioni. E stanno con Casalino

Meetup Valtellina & Valchiavenna 5 stelle: bene le dimissioni di Barberi
03 Agosto 2017 ore 15:21

Il Meetup Valtellina & Valchiavenna 5 stelle valuta positivamente le dimissioni di Barberi da consigliere comunale a Sondrio.

Bene le dimissioni di Barberi: ora tocca a Motta

In una nota, gli esponenti del Meetup Valtellina & Valchiavenna 5 stelle “prendono atto apprezzano la scelta di Matteo Barberi di dimettersi dal ruolo di consigliere comunale”. E aggiungono: “Durante l’incontro provinciale di luglio, abbiamo valutato le prossime mosse per riprendere e portare avanti il programma elettorale del M5S Sondrio. Quello che nel 2013 è stato votato da molti sondriesi che tutt’oggi ci seguono e ci sostengono. A tal fine, Giuliano Motta ha già iniziato a studiare e approfondire gli argomenti che saranno affrontati in Consiglio Comunale”.

Il caso dell’autonomia

Sul caso relativo alla proposta del senatore Pd Del Barba e sullo scontro tra Barberi e Casalino aggiungono: “In merito all’importante tematica dell’autonomia e del referendum provinciale​, il nostro gruppo sta approfondendo la questione con il M5S Lombardia. Insieme valuteremo se presentare una controproposta all’idea del Senatore Del Barba. Una proposta che non ha nessun fondamento giuridico. Tra l’altro, a quanto ci risulta, non è stato ancora approvato nessun regolamento provinciale che disciplini lo svolgimento del referendum. Auspichiamo che il Consiglio Provinciale si attivi al più presto per consentire lo svolgimento di consultazioni popolari anche a livello provinciale”.

La bacchettata a Barberi

La nota si chiude con una bacchettata a Berberi: “Vogliamo ribadire che le parole diffuse da Barberi sono personali. Non sono state condivise né con i portavoce regionali né con il nostro gruppo. Cosa che invece avrebbe dovuto fare un portavoce. L’intento iniziale del consigliere regionale Eugenio Casalino è da leggere come un “richiamo alla responsabilità” per evitare prese di posizione personali su una tematica così importante. Non esiste quindi nessun motivo di polemica”.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia