Politica
pnrr

Piccoli comuni: prorogato termine inizio lavori per opere stradali e messe in sicurezza

Dopo l’interrogazione dei deputati Belotti e Snider che avevano sollevato la questione con l’approvazione dell’emendamento Pergreffi al Senato è stato centrato l’obiettivo di dare più tempo a quei comuni, tra le 1996 realtà italiane sotto i mille abitanti (di cui molti nelle zone montane), che non erano riusciti ad aprire i cantieri entro metà maggio.

Piccoli comuni: prorogato termine inizio lavori per opere stradali e messe in sicurezza
Politica 24 Giugno 2022 ore 09:06

Piccoli comuni : prorogato termine inizio lavori per opere stradali e messe in sicurezza

Messe in sicurezza

 

I comuni sotto i mille abitanti che non erano riusciti ad iniziare i lavori entro la scadenza del 15 maggio scorso per le opere di messa in sicurezza e stradali finanziate con 84.000 euro dal ministero dell’Interno possono tirare un sospiro di sollievo. Grazie a un emendamento della senatrice Simona Pergreffi, approvato nella discussione sul Pnrr, il termine di inizio lavori è stata prorogato di altri quattro mesi.

I parlamentari leghisti Simona Pergreffi , Daniele Belotti e Silvana Snider dichiarano:

I piccoli Comuni hanno personale ridottissimo e quindi, spesso, riscontrano maggiori difficoltà nell’espletamento delle pratiche burocratiche per la redazione dei progetti, la richiesta dei fondi e l’assegnazione degli appalti.

Ma è soprattutto la situazione contingente, a causa del boom edilizio per il Superbonus 110% e dell’aumento esponenziale del costo dei materiali, che sta mettendo in crisi gli Enti locali. Come continuano a denunciare i sindaci, ci sono enormi difficoltà nel trovare imprese disponibili a partecipare ad appalti per opere pubbliche e manutenzioni stradali.

Dopo l’interrogazione dei deputati Belotti e Snider che avevano sollevato la questione con l’approvazione dell’emendamento Pergreffi al Senato è stato centrato l’obiettivo di dare più tempo a quei comuni, tra le 1996 realtà italiane sotto i mille abitanti (di cui molti nelle zone montane), che non erano riusciti ad aprire i cantieri entro metà maggio.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie